Salta al contenuto principale

Il Supercoppa l'Aquila si risveglia e batte Trieste

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Una bella prestazione di squadra con 9 giocatori a punti (con il picco dei 20 di Gary Browne) permette alla Dolomiti Energia di timbrare il secondo sigillo casalingo consecutivo (79-61) e tenere aperti i giochi nel gruppo C di Supercoppa. La sconfitta di Trieste tiene infatti in corsa per il primo posto la Reyer Venezia, che pure ieri pomeriggio si era complicata le cose andando a perdere a Treviso. L’Allianz, che dunque alla Blm Group Arena aveva una grande opportunità per mettere una bella ipoteca sulla qualificazione alle Final Four, ha pagato a caro prezzo le assenze per infortunio di Myke Henry e Andres Grazulis.

C’è comunque da sottolineare la bella prestazione di Trento che per lunghi tratti ha lavorato sodo in difesa costringendo gli ospiti a spendere ad ogni azione secondi ed energie preziosi per trovare il canestro. Il vantaggio difensivo ha poi permesso ad un’Aquila decisamente più tonica di quella vista a Treviso di giocare più leggera in attacco e mettere insieme belle percentuali al tiro (63 per cento da due, 36 per cento da tre).

 L'articolo completo sull'Adige in edicola

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy