Salta al contenuto principale

Nba, D'Antoni: «Il mio cuore

è lì in Italia con voi»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

«Gran parte del mio cuore è lì in Italia con voi». Sono le parole del coach statunitense Mike D’Antoni che vanta 130 partite nell’Nba e 50 in Aba prima di sbarcare in Italia nel 1977 a Milano, dove ha vinto tutto con l’Olimpia. «Mi disturba molto leggere quello che sta accadendo in Italia - spiega - Il mio messaggio è di rimanere forti, perché tutti insieme prima o poi supereremo quello che sta succedendo. Io e mia moglie parliamo con i nostri amici in Italia. Sento i giocatori al telefono e studio riguardando la vecchia serie A».

Il 2019-2020 è per D’Antoni la 16ª stagione da head coach Nba, la quarta a Houston con i Rockets: «I giocatori li sento per telefono per sapere se stanno bene. Chiedo sempre se sono in forma e tutti mi rispondono sempre di sì. Ma non vuol dire niente. Li sento come amici però, in questo momento non è possibile altro. Abbiamo dato loro un programma di allenamento ma ognuno lo segue come può. Giusto fermarsi? Sì, il nostro commissioner Adam Silver è Bravissimo: ho il massimo rispetto per lui, qualsiasi decisione prenda. Questa è stata difficile ma anche la cosa giusta da fare. Sono contento che sia stato uno dei primi a capire la gravità della situazione e a fermarsi».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy