Salta al contenuto principale

L'Aquila basket in difficoltà

ma il presidente Gigi Longhi

difende tutto il lavoro fatto

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

La bruciante sconfitta in casa contro Roma, ha sollevato qualche fischio alla BLM Arena, e tante polemiche su Facebook: l'Aquila Basket in difficoltà è finita nel mirino (anche degl isciacalli) di alcuni tifosi. Forse anche di chi non era mai stato tifoso ed alla prima difficootà si svincola e commenta dal divano "ho fatto bene a stare a casa".

A tutti questi, il presidente dell'Aquila Basket Gigi Longhi ha risposto a caldo dopo la partita, scrivendo "Chiedo scusa a tutti". Ieri sera però ha articolato meglio la sua analisi. Eccola.

«I tanti commenti che ho letto dopo la partita di sabato sera dimostrano quanto sia importante AquilaBasket in questa comunità. E lo dico con grande sincerità perché credo che l’attaccamento ad una una squadra si possa dimostrare in molte maniere anche attraverso la critica dura e severa e magari anche non del tutto meritata. Questo fa parte dell’amore e della passione con cui viene seguita Aquila e poiché credo veramente che si possa sempre migliorare, leggo e rifletto su quello che viene scritto perché ognuno può offrire spunti importanti.
Nel corso di questi anni non abbiamo mai detto o peggio ancora millantato qualcosa che non fosse una semplice ma importante ricetta ovvero quella di dare tutto quello che abbiamo per ottenere il risultato. Sabato sera non abbiamo ottemperato e questo ha infastidito i nostri tifosi.
Tuttavia voglio essere altrettanto schietto e ribadire con forza che non sarà un momento difficile a rovinare o peggio ancora, mettere in discussione, un progetto sportivo e sociale come è quello di Aquila Basket.
La nostra forza è sempre stata quella di credere tutti insieme a quello che facciamo, trasformando le idee in concrete realtà: una ricetta che ci ha portato a questi livelli.
Nessuno è infallibile ma credo che abbiamo dato prova di saper fare bene le cose e continueremo a farlo. Come dice un amico la trasformazione è un viaggio non una destinazione. E la trasformazione è la capacità di essere sempre disposti a creare qualcosa di nuovo che sappia conquistare interesse e passione, facendo fare un passo avanti alla Società.
Da questi presupposti continueremo a lavorare con la stessa passione di sempre e uniti come sempre.
Fra poche ore saremo ancora in campo e sono convinto che daremo il massimo.
Infine, e non l’ho mai fatto pubblicamente, voglio rivolgere un enorme grazie ai ragazzi e alle ragazze che lavorano senza contare le ore dietro le quinte per offrire la bellezza del basket a tutti. Senza di loro, anche i critici sarebbero disoccupati.
Un saluto a tutti e forza Aquila. Sempre». Firmato: "Il Pres".

 

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy