Salta al contenuto principale

Aquila in campo stasera

contro Bonn ma pensando a Pistoia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 23 secondi

«Mi raccomando, voglio tanto pubblico: contro il Telekom Baskets Bonn mostreremo le nostre nuove maglie e sono stupende, ve lo dico io che di stile me ne intendo». Parola di James Blackmon.

C’è curiosità tra i tifosi della Dolomiti Energia. Non solo per vedere i ragazzi di Nicola Brienza all’opera nell’ultima amichevole prima dell’inizio della stagione ufficiale, ma anche perché stasera alla Blm Group (appuntamento alle ore 20) verranno presentate con la squadra le nuova divise. Una sorta di ritorno all’antico visto che il completo per le gare casalinghe sarà tutto sui toni del nero e del grigio, molto simile a quello della stagione 2016/17 che coincise con la prima finale scudetto. La chicca è però la canotta che la Spalding ha preparato per l’Eurocup, con un omaggio alle montagne trentine visto che sul petto compariranno stilizzate le Pale di San Martino. Più tradizionali le divise da trasferta in “total white”.

Il match del Trofeo “Gruppo Paterno” - che permetterà a tutti i tifosi aquilotti di prendere parte gratuitamente alla presentazione e all’ultima fatica estiva - vede Trento giocare contro una squadra di grandi ambizion i come Bonn. I tedeschi, allenati da coach Thomas Päch (classe ‘82 nativo di San Salvador), sono un gruppo con ambizione ed entusiasmo che proverà a giocarsi le proprie carte in una Bundesliga sempre più competitiva e anche nella FIBA Champions League. Perso Josh Mayo, passato in estate a Varese, il Telekom si è rafforzato puntando sull’esperienza e il talento dell’ala USA Trey McKinney-Jones e del centrone ex Lakers Stephen Zimmermann (che non sarà però a Trento).

Tanti punti arriveranno dalle mani del nazionale tedesco Jaschiko Saibou e da quelle del frizzante playmaker Branden Frazier, il “jolly” invece è Yorman Polas Bartolo, uomo ovunque in campo grazie ad atletismo e tempra. Le triple di Benjamin Simons, il talento creativo del play Anthony Di Leo e la durezza sotto le plance di due navigati uomini d’area come Martin Breunig e Bojan Subotic danno a Bonn tutte le armi per per competere su più fronti ad alto livello.
Una partita che consentirà a Brienza di verificare per l’ennesima volta il livello di affiatamento del gruppo in vista dei primi due match di campionato (giovedì 25 settembre in casa contro Pistoia e sabato 28 a Reggio Emilia).

Per il momento Blackmon di dice «contento dei passi in avanti che abbiamo saputo fare di giorno in giorno e di partita in partita: il fatto che come squadra cresciamo e miglioriamo con questa velocità non è affatto scontato, credo che ognuno stia facendo al meglio la propria parte. A livello personale sento che mi sto inserendo al meglio nella squadra e con i compagni, per questo devo ringraziare lo staff tecnico e il resto della squadra. I margini di crescita però sono ancora tanti, soprattutto in difesa, ecco perché vogliamo sfruttare al massimo il match con Bonn».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy