Salta al contenuto principale

Atletica: per mancati guadagni

3000 dollari a testa per 193 atleti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

La fondazione di 'World Athletics', ente mondiale dell'atletica che in passato si chiamava Iaaf, ha destinato un contributo di tremila dollari a testa a 193 atleti di 58 nazionalità diverse in difficoltà finanziarie per i mancati guadagni nel 2020. La somma è stata distribuita grazie a una raccolta di fondi che, fa sapere 'World Athletics', ha fruttato 600mila dollari. 

Al 31 maggio, data di scadenza per presentare domanda per avere questo bonus, erano arrivate 261 richieste, che sono state attentamente esaminate da un'apposita commissione, presieduta da Sebastian Coe, che ne ha accolte 193. 

Per poter essere ammessi al contributo erano stati determinati alcuni 'paletti', come il dover dimostrare effettive difficoltà finanziarie o comunque un sensibile calo degli introiti, di essere atleti 'eleggibili' per i Giochi di Tokyo ma di non essere ai primi sei posti del ranking mondiale di ogni specialità, non aver mai commesso infrazioni in materia di doping e non aver guadagnato più di 6.000 dollari di premi nel'ultima Diamond League. Tutto ciò per fare in modo che venisse aiutato chi più ne avesse effettivamente bisogno.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy