Salta al contenuto principale

Coppa America di vela:

torna la sfida d Luna Rossa

lo scafo varato in Sicilia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 40 secondi

Per il varo si dovrà aspettare fino al 25 agosto. Ma al Circolo della Vela Sicilia, sfidante e Challenger of Record della XXXVI Americàs Cup che si svolgerà ad Auckland in Nuova Zelanda nel 2021, si è avuta un’idea di quello che sarà il team Luna Rossa Prada Pirelli. A presentarlo è stato il patron Patrizio Bertelli. «La mia Coppa America - dice Bertelli - l’ho già vinta in questi venti anni in cui abbiamo costruito questo team all’interno del quale abbiamo condiviso gioie e dolori, ho visto nascere figli da ragazzi e ragazze che si sono innamorati e sposati. Ma più di tutto posso dire che abbiamo creato una scuola italiana nella vela».

«Nel maggio del 1999, giorno del varo di ITA 45 a Punta Ala - ha aggiunto -, i miei figli Lorenzo e Giulio erano due bambini; oggi sono a diverso titolo coinvolti nel team e nella sfida: è il segno del ricambio generazionale introdotto in questa nuova sfida. Il nostro obiettivo, quindi, non è solo quello di vincere la Coppa, ma anche di mantenere intatto e tramandare lo spirito che ha animato il team in questi vent’anni». Il varo della nuova barca sarà a Cagliari nella base operativa di Luna Rossa: «Il nostro - ha sottolineato Bertelli - è un lavoro di successo perchè ha coniugato l’eccellenza italiana nel reperimento dei materiali allo sviluppo della tecnologia. Per questo credo che Luna Rossa la sua sfida l’abbia già vinta».

Una sfida che vede fra i protagonisti Pirelli non solo come main sponsor, ma soprattutto per il suo apporto tecnologico. «È stata presentata una squadra eccellente - dice il vice presidente e Ceo di Pirelli Marco Tronchetti Provera - e sono lieto che Pirelli sia in prima fila in questa sfida tutta italiana. È una conferma del nostro impegno nello sport ai massimi livelli, dove cerchiamo sempre di fornire il miglior contributo possibile. Così stiamo facendo con Luna Rossa in questo percorso verso Auckland: i nostri ingegneri stanno lavorando fianco a fianco con il team di Cagliari per mettere a punto soluzioni che faranno volare ancora più veloce l’AC75».
A fare gli onori di casa il presidente del Circolo della Vela Sicilia Agostino Randazzo. «Siamo felici - dice - e orgogliosi di rappresentare un Team così prestigioso e amato da tutti gli italiani. Questa non è soltanto la sfida del Circolo ma è la sfida di tutta la vela italiana, dei progettisti, dei velisti e di tutti gli appassionati. Per noi è simbolicamente l’inizio delle regate della XXXVI Americàs Cup».

A presentare il sailing team Luna Rossa Prada Pirelli Max Sirena, team director e skipper: sul palco con lui Gilberto Nobili, Francesco Bruni, Vasco Vascotto, James Spithill, Pietro Sibello, Francesco Mongelli, Michele Cannoni, Pierluigi De Felice, Davide Cannata e Jacopo Plazzi. «Il team di questa sfida è inedito - dice Max Sirena - composto da velisti di nuova generazione affiancati da esperti. Siamo in una fase avanzata della preparazione e ci stiamo allenando su un prototipo in scala. C’è grande attesa e curiosità per la nuovissima classe AC75. Il nostro unico obiettivo è vincere. Lo facciamo per noi, per il Circolo della Vela Sicilia, che ci ha affiancato per la terza volta, e per i milioni che tifano Luna Rossa».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy