Salta al contenuto principale

Le grandi corse d'estate

sulle cime del Latemar

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

Il massiccio dolomitico del Latemar è sempre protagonista nello sport in estate con le corse in montagna ma guarda anche al prossimo futuro in vista delle competizioni invernali.

Sono state rese note le date di due eventi all’ombra del gruppo montano, decretato patrimonio mondiale dell’Umanità, nell’area del Latemarium (a 20minuti da Bolzano) fitta rete di sentieri tematici, ideali per escursioni per famiglie, nel comprensorio composto da Obereggen, Pampeago e Predazzo. In particolare domenica 8 settembre si svolgerà, con un percorso inedito, la corsa in montagna Latemar Mountain Race 2019 tra Alto Adige e Trentino organizzata dall’unione sportiva Cornacci Tesero in collaborazione con il Gruppo Alpini Tesero.

La gara di sky running, prova finale del circuito «La Sportiva Mountain Running Cup 2019», quest’anno partirà nei pressi della seggiovia Latemar di Pampeago a quota 2000 metri, uno dei cuori con Obereggen e Pampeago dello Ski Center Latemar.
I partecipanti saliranno fino al Doss dei Branchi (2250 metri) per poi toccare, come da tradizione, la croce posta sul Monte Cornon (2180 metri).

I partecipanti risaliranno verso il Monte Agnello (2350 metri) fino al rifugio Passo Feudo, passeranno davanti al rifugio Torre di Pisa (2672 metri) per poi valicare la forcella dei Camosci (2560 metri), quindi la discesa fino ad arrivare alla seggiovia Oberholz di Obereggen in Alto Adige: da qui imboccheranno il sentiero 22, parte del percorso tematico estivo Latemarium, coniugazione di arte e divertimento, procedendo verso l’arrivo a quota 1750 metri.

Non solo corsa ma anche discipline invernali all’ombra del dolomitico Latemar, le cui cime sono ancora imbiancate dalle abbondanti nevicate cadute in maggio. Il comitato organizzatore della Coppa Europa di Obereggen ha reso noto la data: lo slalom internazionale si svolgerà mercoledì 18 dicembre sulla pista Maierl (pendenza massima del 55 percento, dislivello di 433 metri, lunghezza 1,6 chilometri di pista) con parecchi atleti di Coppa del Mondo che affineranno la preparazione in vista dello slalom di Coppa del Mondo in programma a Madonna di Campiglio nel successivo fine settimana.

Lo scorso anno sulla Maierl vinse il croato Rodes davanti al ritrovato campione olimpico di slalom a Vancouver 2010 Giuliano Razzoli, poi quinto nel successivo slalom di Coppa del Mondo a Madonna di Campiglio.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy