Salta al contenuto principale

Le lacrime di Federer

per l'ex tecnico morto

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

Le lacrime di Roger Federer per il suo ex allenatore Peter Carter, morto in un incidente nel 2002. E' accaduto durante un'intervista tv del campione con la Cnn. Quando al tennista svizzero è stato chiesto cosa avrebbe pensato del suo record come vincitore di 20 tornei dello Slam il suo ex allenatore Carter, il fuoriclasse svizzero non ha saputo trattenere le lacrime (minuto 2:20).

"Scusa. Mi manca ancora tanto. Spero che sarebbe orgoglioso", ha detto il 37enne di Basilea, per poi aggiungere: "Penso che non avrebbe voluto che il mio fosse un talento sprecato, quindi credo che in qualche modo la sua dipartita sia stato uno stimolo per me. Peter era una persona importantissima nella mia vita perché ritengo che se dovessi ringraziare qualcuno per la mia tecnica, sarebbe Peter".

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy