Salta al contenuto principale

Comitato provinciale della Fidal,

sarà Viesi il nuovo presidente

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

Sarà Fulvio Viesi il nuovo presidente del Comitato Fidal Trentino. Come già ipotizzato nelle scorse settimane, quella del castionese ex assessore allo sport del Comune di Brentonico è l’unica candidatura al ruolo di presidente lasciato vacante dall’arcense Giorgio Malfer, protagonista degli ultimi tre mandati dell’atletica nostrana, dodici anni che hanno visto - tra le altre cose - il ritorno del movimento provinciale sul palcoscenico olimpico.

Il prossimo 17 novembre dunque l’assemblea elettiva regionale (composta dai presidenti della trentina di società affiliate al Comitato Trentino) sarà chiamata a certificare il passaggio di consegne ed inaugurare così il quadriennio di Fulvio Viesi, fondatore e presidente dell’Associazione per la Tutela dei Marroni di Castione.

Se sulla presidenza Viesi non possono esserci dubbi, qualche incognita in più pare presentarsi sulla composizione del consiglio provinciale che conterà di altri quattro elementi. Per scelta, lo stesso Viesi ha preferito non presentare una squadra pre-formata, affidando il discorso al responso delle urne e al volere delle società, per poi affrontare ex post ogni questione riguardanti eventuali incarichi e competenze.

Sei sono i candidati al ruolo di consigliere, un gruppo piuttosto eterogeneo che comprende anche due atlete di grande livello come l’altra castionese Lorenza Canali e la roveretana Doris Tomasini (foto), entrambe trentaduenni pronte a proporre il proprio contributo alla causa dell’atletica trentina. Con loro altri nomi nuovi come quello dell’arcense Daniela Lutterotti, apprezzata e stimata giudice di gara e specialista nella gestione della segreteria gara, del clesiano Martino Rauzi, responsabile uscente dell’apparecchiatura tecnica del comitato, e del noto fotografo trentino Piero Cavagna, un passato da grande atleta ed oggi tecnico e padre del velocista aquilotto Enrico. Cinque nomi nuovi a cui si aggiunge quello di Mattia Gasperini, direttore tecnico del Gs Valsugana Trentino e vicepresidente uscente dell’ultimo mandato Malfer.

Domenica intanto ad Ostia è prevista l’assemblea nazionale che dovrà indicare la via dell’atletica nazionale: il presidente uscente Alfio Giomi si presenta per un secondo mandato, trovando come avversario l’ex mezzofondista Stefano Mei, pronto a raccogliere tutti i malumori presenti nel panorama italiano. Se saranno sufficienti per vincere lo deciderà il segreto dell’urna.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy