Volley / Campionato

Itas-Lube, si va alla quinta. Vincono per 3-1 gli ospiti, trascinati da un fantastico Lucarelli

Tra i trentini i migliori in campo sono stati Kaziyski e Michieletto. Dopo aver perso il primo set per 25 a 19, i padroni di casa hanno pareggiato il conto per 29 a 27. Negli ultimi due si sono imposti i marchigiani
 

Itas Trentino-Cucine Lube Civitanova 1-3
(19-25, 29-27, 22-25, 22-25)

ITAS TRENTINO: Michieletto 11, Lisinac 11, Lavia 7, Kaziyski 29, Podrascanin 6, Sbertoli 2, Zenger (L); Pinali, Cavuto. N.e. D’Heer, Albergati, Sperotto, De Angelis.  All. Angelo Lorenzetti.
CUCINE LUBE: Anzani 9, Zaytsev 10, Yant 10, Simon 20, De Cecco 2, Lucarelli 13, Balaso (L); Diamantini, Garcia 9, Kovar 5, Sottile. N.e. Marchisio, Juantorena, Jeroncic. All. Gianlorenzo Blengini.
ARBITRI: Boris di Vigevano (Pavia) e Braico di Torino.
DURATA SET: 25’, 37’, 28’, 27’; tot 1h e 57’.
NOTE: 3.051 spettatori, per un incasso di 52.138 euro. Itas Trentino: 9 muri, 2 ace, 13 errori in battuta, 10 errori azione, 47% in attacco, 48% (17%) in ricezione. Cucine Lube: 11 muri, 6 ace, 14 errori in battuta, 10 errori azione, 50% in attacco, 51% (22%) in ricezione. Mvp Simon.

TRENTO. Per sapere chi tra l’Itas e Civitanova andrà in finale si dovrà aspettare fino a mercoledì, il giorno in cui si giocherà gara 5. I padroni di casa non sono riusciti a chiudere i giochi: davanti ai loro tifosi hanno perso per 3-1. Tra i trentini i migliori in campo sono stati Kaziyski e Michieletto.

L’avvio di gara vede le due squadre partire a spron battuta (4-4, 6-6 e 10-10), non risparmiando nemmeno un grammo di energia ed adrenalina e scambiandosi più volte il comando delle operazioni. Simon con un ace regala il primo doppio vantaggio della partita (10-12), poi un errore in attacco di Michieletto spinge gli ospiti al +3 (11-14) e costringe i padroni di casa a rifugiarsi in un time out.

Alla ripresa però la situazione non migliora, anzi peggiora visto che Lucarelli - strepitosa la sua prestazione - rifila due muri consecutiva a Lavia, avvicendato in seguito da Pinali. L’Itas Trentino prova a rialzare la testa con Lisinac (14-17), ma Yant con un’altra battuta punto la riporta di nuovo lontano (16-21). Il finale di set è quindi vissuto sotto l’assoluto controllo della Cucine Lube (18-22) che con Yant si portano al cambio di campo avanti 0-1 sul 19-25.

Il secondo parziale sembra partire nello stesso modo in cui è finito il primo; Yant affonda il colpo per l’iniziale 1-4 che consiglia Lorenzetti di chiamare un time out. Subito dopo si scatena Kaziyski che, quasi da solo, produce un parziale di 5-0 (6-4). Zaytsev guida i suoi alla rimonta, aprendo una serie di scambi serratissimi (8-8 e 10-10), almeno sino a quando Anzani non attacca out un primo tempo (12-10).

Il doppio vantaggio dura un attimo, perché poi Matey spedisce out una pipe e i marchigiani alzano una barriera insormontabile a muro (13-16). Ci pensa ancora una volta il Capitano a rialzare le quotazioni gialloblù, aiutato anche da un errore a rete di Zaytsev (17-16). La Lube con Kovar e Gabi Garcia in campo ha più benzina e dal 19-19 passa al 19-21 approfittando delle difficoltà a rete di Michieletto. L’Itas Trentino risale ancora con un muro di Lisinac su Lucarelli (22-22); allo sprint i gialloblù annullano tre palle set (26-26), se ne guadagno due e realizzano la seconda sul 29-27 con un muro di Sbertoli su Lucarelli.

Il terzo set vede i marchigiani fare di nuovo la voce grossa con Simon (due attacchi ed un muro su Kaziyski) e Zaytsev; sul 3-7 Lorenzetti ha già esaurito i time out. I gialloblù non smettono di crederci ed un po’ alla volta si riavvicinano, trascinati dal solito Matey ma anche dal pubblico (da 7-11 a 11-12); la parità arriva a quota 13 con un errore di Zaytsev, subito sostituito da Garcia. Nel momento più importante, il cambiopalla dei locali torna a farsi difficoltoso (13-16); Trento non molla e recupera sul 19-19, sospinta da un monumentale Kaziyski. È di nuovo tempo per una volata (21-22), che stavolta viene vinta da cucinieri grazie a Gabi Garcia (22-25).

L’ultimo set si conclude con lo stesso punteggio: si torna in campo mercoledì.

comments powered by Disqus