Salta al contenuto principale

«Agire» perde i pezzi:

se ne va Sergio Binelli

in disaccordo con Cia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Dopo l’ultima spaccatura nel centro-destra tra la coalizione di governo provinciale e AGIRE per il Trentino, in vista delle prossime elezioni comunali, il movimento di Claudio Cia perde un pezzo: il segretario organizzativo Sergio Binelli, ex fedelissimo, lascia il movimento civico fondato dall’Assessore regionale agli enti locali e passa con la LEGA.

Tra i fondatori di AGIRE nel 2016, Binelli «non condivide ormai più la linea del movimento per quanto riguarda il Comune di Trento ovvero quella di proseguire verso un continuo distaccamento dalla coalizione popolare e autonomista verso una corsa solitaria o in vista di un accordo con altre forze politiche per creare un polo di centro; la scelta è stata, dice l’interessato, molto sofferta e non vuole portare ad altre polemiche sulla stampa visto che di questi tempi ce ne sono state a sufficienza.

L’unica cosa che ribadisce Binelli è che, nonostante i problemi che hanno tutte le coalizioni, il centro-destra ha speranze di vincere solo ed esclusivamente se corre unito verso uno scopo comune e che eventuali terzi poli difficilmente sono convincenti perché sono spesso costellati da rancori e hanno come unico obiettivo il baratto, e quindi non possono considerarsi progetti credibili e a lungo termine» afferma un comunicato stampa scritto e firmato da Binelli stesso in cui parla delle scelte di Binelli in terza persona..

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy