Salta al contenuto principale

Proroga blocco fino al 13 aprile:

Palazzo Chigi al lavoro

per il nuovo decreto stasera

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 24 secondi

Si sta lavorando in queste ore a Palazzo Chigi per chiudere il Dpcm (decreto del presidente del consiglio) con la proroga delle misure anti contagio da Coronavirus. L'obiettivo, viene spiegato, è chiudere il provvedimento entro questa sera. Il ministro Roberto Speranza ha annunciato che la proroga varrà fino al 13 aprile.

Il governo ha deciso di prorogare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate, ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza (nella foto), nell'informativa al Senato. "Siamo nel pieno di un'esperienza durissima e drammatica - ha detto il ministro - avremo tempo e modo di valutare ogni atto e conseguenza, ma a tutti è chiara una cosa: il Servizio sanitario nazionale è il patrimonio più prezioso che possa esserci e su di esso dobbiamo investire con tutte le forze che abbiamo. Il clima politico positivo e unitario è una precondizione essenziale per tenere unito il Paese in questo momento difficile della nostra storia. Non è il tempo delle divisioni. L'unità e la coesione sociale sono indispensabili in queste condizioni, come ha detto il presidente Mattarella", ha sottolineato. "Attenzione ai facili ottimismi - dice ancora SPeranza - che possono vanificare i sacrifici fatti: non dobbiamo confondere i primi segnali positivi con un segnale di cessato allarme. La battaglia è ancora molto lunga e sbagliare i tempi o anticipare misure sarebbe vanificare tutto".

Ad oggi i posti in terapia intensiva "sono 9.081, con un incremento del 75% in meno di un mese, contro i 3.595 iniziali. Sono stati cioè triplicati". I posti letto in Pneumologia sono invece passati da 6.525 a 26.524. Inoltre, ha annunciato, "sono stati già firmati 12.000 nuovi contratti per il personale sanitario e altre procedure sono in corso".

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy