Salta al contenuto principale

Coronavirus: il Tirolo esclude

la chiusura del Brennero

Coordinamento dell'Euregio

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 37 secondi

«È stata esclusa l’ipotesi di una chiusura temporanea del valico del Brennero. Gli esperti che sono stati consultati hanno infatti affermato che la cosa non sarebbe di alcuna utilità». È quanto affermato dal governatore della regione austriaca del Tirolo e presidente dell’Euregio, Günther Platter, nel corso di un incontro a Bolzano con i presidenti di Trentino (Maurizio Fugatti) e Alto Adige (Arno Kompatscher).

«Informazioni fra la regione austriaca del Tirolo, il Trentino e l’Alto Adige, nell’ambito dell’Euregio per quanto riguarda il Coronavirus sono state scambiate in maniera costante nei giorni scorsi e nel quadro di una costante collaborazione fra i tre enti territoriali», ha aggiunto Platter.

Platter ha inoltre annunciato che presto sarà attivata una centrale di coordinamento per consentire - ha detto - uno scambio costante di informazioni, specialmente tra i sanitari ed i responsabili sul territorio: «In questo modo - ha proseguito - sarà possibile rendere ancora più tempestivi gli interventi che si dovessero rendere necessari nel corso di questa crisi».

Intanto, Trentino e Alto Adige attendono la nuova ordinanza del governo di coordinamento. «Siamo in contatto con il governo centrale per poter adottare entro breve l’ordinanza nazionale. Abbiamo chiesto al governo l’elaborazione di un’ordinanza tipo per evitare approcci diversi. Ci saranno approcci diversi a seconda delle zone in cui si sono verificati focolai e dove questi non ci sono. Di conseguenza le misure che abbiamo adottato saranno superate da questa nuova ordinanza». Lo ha detto il governatore dell’Alto Adige, Arno Kompatscher, nel corso dell’incontro a Bolzano con i presidenti del Tirolo, Gunther Platter, e del Trentino, Maurizio Fugatti.

«Quello di oggi è stato un importante incontro di coordinamento in modo da utilizzare gli stessi standard in Tirolo,Trentino e Alto Adige. Tutto va visto a seconda della situazione che si evolve ogni giorno, ma non ci sono motivi che giustifichino panico o psicosi di massa perché siamo preparati», ha sottolineato Kompatscher.

«Quella di oggi è una forma di condivisione importante dei territori dell’Euregio, dove vengono seguiti protocolli conformi. Con Bolzano siamo in stretto contatto ma adesso, come richiesto dal presidente Platter, è opportuno portare il confronto a livello euro regionale per strategie comuni», ha aggiunto il il governatore della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy