Salta al contenuto principale

Focolarini: a Maria Voce

il sigillo di San Venceslao

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

La presidente del Movimento dei focolari, Maria Voce, ha ricevuto oggi il sigillo di San Venceslao, massima onorificenza del Trentino, dal governatore Maurizio Fugatti nel corso di una cerimonia tenutasi alle Gallerie di Piedicastello, dove è stata inaugurata la mostra su Chiara Lubich nel centenario della nascita.

«È con molto orgoglio che le conferiamo questo sigillo che viene assegnato a chi ha avuto meriti speciali; da parte nostra un forte ringraziamento per quello che ha fatto per noi, che siamo il territorio di Chiara Lubich», ha detto Fugatti.

«È una grande gioia per me poter essere presente oggi, qui, con tutti voi, grazie a Trento, sua città natale, per averla accompagnata e sostenuta nella sua crescita, nei suoi studi, nella sua formazione. Grazie anche per la cura dell’armonia e della natura di questa regione, la cui bellezza ha fatto spesso da cornice alle sue più profonde ispirazioni», ha detto Voce.

«”Trento ardente”: così - ha aggiunto - Chiara ha voluto chiamare la sua città, con l’augurio che questa fosse città-testimonianza e modello di quell’ideale dell’unità che ha visto proprio qui i suoi albori».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy