Salta al contenuto principale

Giovani ricercatori cercansi:

iscrizioni entro il 29 novembre

premi fino a 3mila euro

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 44 secondi

«Giovani ricercatori cercansi!», approvato oggi dalla giunta provinciale lo schema di accordo che definisce gli aspetti organizzativi e i reciproci impegni degli enti coinvolti nel concorso 2019-2020, promosso dalla Provincia autonoma di Trento in collaborazione con l’Accademia Europea di Bolzano (EURAC), la Junge Uni Innsbruck e il Schweizerisches Alpines Gymnasium Davos (Grigioni).

Con il provvedimento di oggi viene offerta una cornice istituzionale alla fattiva collaborazione tra le parti, già concretizzata negli anni scorsi, nell’ambito delle azioni per promuovere l’interesse dei giovani per la ricerca e l’innovazione ed offrire loro occasioni per sperimentare in prima persona che cosa significa lavorare con la scienza e le sue applicazioni.

La firma dell’accordo sarà il momento conclusivo di un lungo lavoro con i partner esteri, legato anche alla necessità di aggiornamento giuridico alle normative europee e di allineamento alle singole normative nazionali.

Il concorso è rivolto a giovani del Trentino Alto Adige, Tirolo e Grigioni di età compresa tra i 16 e i 20 anni ed è aperto alla partecipazione individuale o in piccoli gruppi di massimo 5 persone. È possibile iscriversi entro il 29 novembre prossimo.

In palio ci sono premi in denaro da 1.000 a 3.000 euro. L’evento finale è previsto a Trento, presso il MUSE, il 23 e 24 aprile 2020.


I giovani ricercatori hanno l’opportunità di presentare studi o lavori di ricerca di base o applicata, o progetti finalizzati allo sviluppo sperimentale o di prodotto, vivendo autonomamente esperienze di ricerca, ma con la possibilità di confrontarsi a livello provinciale e internazionale con esperti e coetanei nell’ambito delle scienze naturali e dell’innovazione. Università di Trento, FEM, FBK e MUSE hanno già segnalato la loro disponibilità a collaborare con questa iniziativa.

I progetti dovranno presentare un’impostazione scientifica, nonché uno svolgimento metodologicamente rigoroso e verranno valutati da esperti in merito all’originalità, all’approccio metodologico o allo svolgimento del lavoro.

Le scadenze

29 novembre 2019: termine iscrizione presso la segreteria del concorso della regione di appartenenza; i partecipanti trentini dovranno inviare l’iscrizione tramite pec all’indirizzo: umse.industriaricerca@pec.provincia.tn.it.

31 gennaio 2020: consegna del progetto.

23 e 24 aprile 2020: finale del concorso presso il MUSE di Trento.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy