Salta al contenuto principale

Salvini va a funghi a Pinzolo

e pubblica le brise, sfottò in rete

«Potevi venire dai terremotati»

Chiudi
Apri

Giornale l'Adige

Tempo di lettura: 
2 minuti 31 secondi

Non è piaciuto, al popolo di Facebook, uno dei recenti post di Matteo Salvini in cui mostrava le "brise" raccolte domenica a Pinzolo. Mentre la politica italiana è in fibrillaziuone ed a Roma si susseguono gli incontri, anche notturni e festivi, dei parlamentari, il "capitano" era in vacanza in Rendena e non si è fatto mancare una uscita per raccogliere funghi. Ed ha poi postato un messaggio ironico: «La sinistra cerca poltrone. Io cerco funghi».

IL POST DI SALVINI


 

Fin qui tutto bene. Il problema è che poco prima il Ministro dell'Interno aveva pubblicato un omaggio alle popolazione terremotate. Scrive Salvini: «Solidarietà a tutti gli abitanti tra Norcia e Arquata, colpiti da nuove scosse di terremoto, fortunatamente senza danni.
La Lega non ha mai dimenticato le esigenze dei cittadini che vivono nelle zone colpite da calamità naturali. A differenza di altri, risolvere i problemi di chi si trova ancora a dover affrontare mille difficoltà è e rimane una nostra priorità».

Fulminanti però i messaggi di risposta soprattutto dal Centro Italia, con tantissimi utenti che gli ricordano che - invece di essere al Viminale o nelle zone terremotate - preferisce andare a finghi in Trentino, dopo la vacanza al mare e al Papeete. 


L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy