Salta al contenuto principale

Orso M49, Fugatti replica a Costa

«Siamo autonomi, decido io»

e ribadisce l'ordine di cattura

Strappo istituzionale, la Provincia contro le leggi italiane ed europee

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

Fugatti sfida il ministro Costa sulla gestione di orsi e lupi: se stamattina Costa gli aveva scritto che non può far catturare l’orso M49, nella replica Fugatti va avanti ugualmente e disobbedisce in maniera plateale.
Scrive il governatore leghista al ministro: «Non si tratta di voler fare strappi, ma di prendere atto che la situazione è ormai insostenibile e che garantire la sicurezza di allevatori e cittadini in genere è un dovere primario, dal quale non ci si può sottrarre».

Il presidente della Provincia autonoma di Trento, commenta così la decisione di far catturare M49, l’orso responsabile di una serie di predazioni ed incursioni nelle valli Giudicarie - ultimo episodio, la notte scorsa, con tentativo di entrare nel caseificio di una malga - la cui cattura è stata decisa dalla Giunta provinciale nell’ultima seduta.

Fugatti precisa che «Non abbiamo preso questa decisione con leggerezza, visto che da mesi e ripetutamente abbiamo segnalato la gravità della situazione allo stesso ministro, oltre che all’Ispra, chiedendo anche l’intervento del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza dopo esserci fatti carico delle preoccupazioni dei sindaci e dell’esasperazione di chi in montagna ci lavora».

Fugatti ricorda inoltre che tra le responsabilità in capo ad un presidente di una Provincia autonoma c’è anche quella della sicurezza pubblica. «Abbiamo fatto tutto quello che si doveva fare - conclude Fugatti - seguendo il protocollo Pacobace e lavorando assieme a tutti i livelli istituzionali, con costanza, serietà e pazienza. Ma adesso non possiamo più aspettare. L’articolo 52 dello Statuto di Autonomia Speciale della Regione Trentino Alto Adige Südtirol pone in capo al Presidente della Provincia i poteri in materia di sicurezza. Noi siamo una Provincia autonoma e le prerogative della Autonomia intendiamo esercitarle. I nostri cittadini devono poter continuare ad avere fiducia nelle istituzioni e nella loro capacità di affrontare i problemi e risolverli concretamente. Nell’interesse di quel delicato equilibrio su cui poggia la convivenza fra uomini e grandi predatori».

«Di conseguenza - conclude il governatore - non ci fermeremo qui. Anzi, abbiamo anche informato il Ministro, con una comunicazione ufficiale, che oggi il numero di orsi in Trentino è eccessivo rispetto al numero sostenibile dal nostro territorio. Anche su questo fronte auspichiamo un intervento del Ministro competente».

LA LETTERA DEL MINISTRO COSTA A FUGATTI

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy