Salta al contenuto principale

Toninelli contro l'A22

«Sia più efficiente

e abbassi i pedaggi»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

«Si chiede la giusta efficienza, tariffe più basse e un po’ meno dividendi nelle casse dei soci».
Così il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli, tona ad intervenire sulla questione della A22, l’Autostrada del Brennero.

«Lo dice chiaramente la nota della Autorità di regolazione dei trasporti, che è del tutto indipendente dal Mit: nel Piano finanziario della concessione per la A22 sono stati inseriti impegni finanziari che nulla hanno a che fare con la gestione dell’autostrada», scrive il ministro. In più, scrive ancora Toninelli «le nuove stime di traffico del concessionario, secondo cui nei prossimi anni ci sarà una forte riduzione dei mezzi in transito e che dunque giustificherebbero un aumento delle tariffe, smentiscono l’analisi trasportistica validata dal committente appena quattro mesi fa».

La polemica e il comunicato del ministro di due giorni fa.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy