Salta al contenuto principale

Pd trentino, si dimette anche la presidente Fronza Crepaz

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Dopo le dimissioni della segretaria provinciale del Pd, Giulia Robol, lunedì prossimo in assemblea lascerà anche la presidente del partito, Lucia Fronza Crepaz. Lo si legge nell'ordine del giorno della convocazione che recita: «Dimissioni della presidente dell'assemblea e assunzione della presidenza da parte del membro più anziano». Si tratta della roveretana Paola Dorigotti .

Lunedì è prevista però soprattutto l'elezione di un nuovo segretario, che a norma di statuto dovrà essere un membro dell'assemblea. Il nome di Sergio Barbacovi, ex sindaco di Taio, proposto, come riferito ieri dall' Adige , dagli eletti che fanno riferimento alla mozione di Elisa Filippi, non sembra sollevare particolari obiezioni. Anche se pochi in realtà lo conoscono.

L'ex segretaria Giulia Robol commenta: «Si è deciso nell'incontro che abbiamo avuto con il gruppo consiliare di dare la possibilità alla mozione di Filippi di proporre un nome non divisivo per un ruolo di garanzia con un mandato chiaro e credo che sia stato fatto questo sforzo. Non mi sembra il momento per litigare sui nomi». Anche Vanni Scalfi dice sì: «A me va bene, immagino che Barbacovi sia una persona saggia ed equilibrata».

Il capogruppo provinciale Alessio Manica avrebbe preferito un incarico a Tonini e Olivi ma comunque ora dice: «È un segretario d'emergenza per sei mesi. L'importante è che lunedì si fissi la data del congresso».
Il problema però ora è che lunedì ci siano i 42 membri dell'assemblea necessari per eleggere un nuovo segretario.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy