Salta al contenuto principale

Vertice Ue, c'è l'accordo

ma Italia dice no ai centri

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 42 secondi

«L’Italia non ha dato disponibilità» sui nuovi centri di accoglienza volontari, «qualche altro Paese lo ha già fatto». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte alla conferenza stampa seguita al vertice Ue.

«È inesatto dire che l’accordo sia su base volontaria: è integrato e multilivello come richiesto mentre per quanto riguarda l’art.6, che fa riferimento a centri di accoglienza su paesi di stati membri, non si impone a nessuno. Voleva in Italia un centro coatto?». Il premier Giuseppe Conte risponde così al termine del Vertice Ue ad una domanda sul carattere volontario dell’intesa raggiunta nella notte a Bruxelles.


«Il concetto di Paese di primo arrivo non si può cancellare». Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron al termine del vertice Ue, ribadendo che i centri di controllo per i migranti dovranno essere nei Paesi di primo sbarco.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy