Salta al contenuto principale

Zaia: sulle aperture il governo

consenta alle Regioni l'autonomia

che hanno Bolzano e Trento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

«L’ordinanza della Provincia di Bolzano? Loro hanno l’autonomia». Lo ha sottolineato il presidente del Veneto, Luca Zaia.

Sulla possibilità di deroghe come in Alto Adige al Dpcm da parte della Regione «stiamo verificando - ha aggiunto - anche questo aspetto dal punto di vista giuridico, ma per le Regioni a Statuto ordinario la norma è inclemente. Se potessi, metterei l’apertura dei ristoranti fino alle 24.00, mi sembra sufficiente per operatori che hanno sempre rispettato il protocollo sanitario. Il governo abbia il coraggio di dare alle Regioni la facoltà di decidere in base ai piani di sanità pubblica», ha concluso.

«Un’ordinanza in Veneto per riaprire bar e ristoranti? La risposta è magari», ha proseguito Zaia.
«Se siamo andati a fare un referendum per l’autonomia - ha concluso - la ragione è per questa possibilità di autogovenro, non per i soldi. Solo Trento e Bolzano hanno potuto farlo».

Oggi è attesa anche in Trentino un'ordinanza provinciale in deroga a quanto fissato dal dpcm, per spostare avante l'orario di chiusura fissato da oggi alle 18 a livello nazionale: l'ipotesi è le 22 per i ristoranti e le 20 o 21 per i bar.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy