Salta al contenuto principale

Sieropositivo contagiò 30 donne,

confermati 24 anni di carcere

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 32 secondi

Nel processo di appello-bis a Valentino Talluto, l'uomo accusato di avere contagiato volontariamente con l'Hiv una trentina di ragazze a Roma, è stato confermata la condanna a 24 anni di carcere per lesioni gravissime così come stabilito nel processo di primo grado. La sentenza, emessa ai giudici della Corte d'Assise d'Appello, e' arrivata dopo che la Cassazione, nell'ottobre del 2019, aveva confermato l'impianto accusatorio ma disposto un nuovo processo.

Decisione legata a ricorsi presentati da alcune parti civili in relazione a quattro episodi per i quali era stato assolto. La sentenza di oggi, conferma, quindi la sentenza di primo grado arrivata nell'ottobre del 2017 riconoscendo la sua responsabilità anche per gli episodi. 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy