Salta al contenuto principale

Auto travolta da una frana:

3 morti tra cui una bimba

Gravissimo bambino di 5 anni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

Tragedia oggi pomeriggio in Valtellina per una frana che ha investito una macchina con una famiglia a bordo, trascinandola con forza nel greto del torrente sottostante. Sono morte 3 persone, tutti villeggianti, di ritorno da una gita. Le vittime sono una coppia, una donna di 41 anni e il compagno, il cui figlio di 5 anni è stato portato all’ospedale di Bergamo in condizioni gravissime. In auto con loro c’era un’altra bambina, figlia di amici, morta anch’essa. Il padre, che viaggiava nell’auto subito dietro, è finito anche lui nel torrente, da cui è riuscito a riemergere.

Era tardo pomeriggio quando un violento temporale si è abbattuto in Valmalenco, nella località di villeggiatura di Chiareggio, frazione in quota di Chiesa in Valmalenco (Sondrio). Il distacco di materiale è avvenuto nelle vicinanze di un ponte, all’altezza della valle solcata dal torrente Nevasco: i detriti, fango e sassi caduti dalle pendici della montagna, hanno investito la vettura, che si è trasformata in una bara. Solo il bimbo di soli 5 anni è stato strappato dalla furia delle acque e trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Un’altra persona, un uomo di 49 anni, con una ferita aperta all’addome, è stata salvata e portata con l’eliambulanza all’ospedale Manzoni di Lecco.

Imponente la macchina dei soccorsi, con 2 elicotteri sanitari (da Sondrio e Como), 1 automedica (da Sondrio) e 2 ambulanze, mentre un altro elicottero di Bergamo, che operava sul Bernina, ha recuperato l’uomo con trauma toracico. E poi decine di Vigili del fuoco del Comando provinciale di Sondrio con i volontari di Chiesa in Valmalenco e Tresivio a operare sul luogo della tragedia, una volta scattato l’allarme nel tardo pomeriggio. Sul posto anche diverse pattuglie dei carabinieri anch’esse impegnate nelle operazioni di soccorso, che non sono ancora finite: è al lavoro personale dell’USAR specializzato nella ricerca macerie, per verificare che sotto la frana o nel torrente non ci sia nessun altro.

«In contatto con i soccorritori di Areu e della Protezione civile, purtroppo apprendo la disgrazia che è avvenuta nel pomeriggio, una valanga di detriti è piombata a valle all’imbocco dell’abitato di Chiareggio, località turistica in quota di Chiesa in Valmalenco (Sondrio)» scrive il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

«Invito tutti - conclude il presidente lombardo - a dedicare una preghiera per le vittime, per i loro famigliari distrutti dal dolore e per il bimbo ricoverato».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy