Salta al contenuto principale

Una voragine sull'A21 ad Asti

un'auto la evita per un soffio

Donna morta nell'Alessandrino

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

Dopo il crollo del viadotto sulla Torino-Savona, una voragine di una decina di metri si è aperta ieri sera sull'autostrada A21 Torino - Piacenza, tra Asti e Villanova. Un'auto in transito in quel momento è riuscita ad evitarla per un soffio. La polizia stradale ha bloccato il traffico. Il terreno, secondo una prima ricostruzione, è sprofondato a causa della pioggia incessante che da giorni si sta abbattendo su tutto il Piemonte.

Si preannuncia un lunedì difficile per chi si deve mettere in viaggio sulle autostrade del Piemonte. La protezione civile invita alla massima prudenza, con il nodo di Torino che potrebbe essere particolarmente congestionato, per l'interruzione di tutte le autostrade, ad eccezione della Torino-Milano. In particolare, la A6 Torino-Savona è interrotta nelle due direzioni tra Savona ed Altare verso nord e tra Millesimo e Savona verso sud. La A5 Torino-Aosta è interrotta tra Ivrea e Pont St. Martin, con transito dei soli veicoli leggeri su viabilità alternativa; i mezzi pesanti provenienti da Francia, Svizzera e Piemonte sono deviati verso il tunnel del Frejus, fino a nuove disposizioni. La A21 Torino-Piacenza, infine, è interrotta in entrambi i sensi di marcia tra i caselli di Asti Ovest e Villanova d'Asti.

Un'auto è finita nel fiume Bormida, in provincia di Alessandria, a causa dell'ondata di maltempo che sta interessando la zona. I vigili del fuoco hanno recuperato i due occupanti, che sono stati trasferiti in ospedale.

E nel pomeriggio i vigili del fuoco, con l'ausilio dei carabinieri, hanno recuperato il cadavere della 52enne travolta dal fiume Bormida e dispersa da ieri mattina a Sezzadio, nell'Alessandrino.

La donna si stava recando al lavoro, in una casa di riposo della zona, e dopo aver lasciato la sua auto si è incamminata a piedi lungo la strada provinciale 186, utilizzando il telefono cellulare per far luce nel buio. Presa dal panico per il livello dell'acqua, che continuava a salire, quando ha raggiunto l'auto, che nel frattempo aveva superato le transenne violando il divieto di circolazione, ci si è aggrappata. La donna sperava così di salvarsi, ma una ondata di piena ha travolto il mezzo e la donna. 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy