Salta al contenuto principale

Segregati 43 operai in nero

tutti italiani: lavoravano

pellami per note griffe di moda

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 25 secondi

Un imprenditore è stato arrestato nel napoletano dai Carabinieri del Nas con l'accusa di sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita.

L'uomo, per aggirare i controlli, teneva segregati 43 operai in nero, tutti italiani, tra i quali una donna incinta e due minorenni, per ben sei ore in un locale angusto, privo di servizi igienici e finestre.

La struttura si celava dietro una sorta di porta blindata. I militari hanno sequestrato il laboratorio, dove si lavoravano pellami per note griffe di moda.

   

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy