Salta al contenuto principale

Venezia, altra giornata di paura

Già allagato il 70% del centro

Chiusa piazza San Marco

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 5 secondi

Venezia si appresta a vivere un’altra giornata di paura per la nuova super acqua alta prevista in mattinata. La stima è stata rivista al rialzo dai 150 centimetri precedenti a 160 cm sul medio mare. Alle 11.26 si è raggiunta la punta massima di 154 cm, ora sta calando.

Con la marea arrivata 152 cm è stata sospesa la circolazione dei vaporetti in tutta Venezia. Il sindaco Brugnaro e il governatore Luca Zaia stanno effettuando un sopralluogo nelle zone più allagate, quelle attorno a piazza S. Marco. Ma tutta la città è di fatto allagata, con i turisti chiusi negli alberghi e i negozianti che tentano di limitare i danni.

Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, ha deciso la chiusura di Piazza San Marco. Questo in considerazione dei gravi problemi causati dall’acqua alta che anche oggi sta allagando l’area Marciana. Brugnaro ne ha dato notizia con un tweet.

«Sono le 9.20 - dice Brugnaro in un video pubblicato sul proprio profilo di Tweeter - e sono ora costretto a far chiudere la piazza per ogni evenienza, in maniera tale di non mettere a rischio l’incolumità delle persone”. Poco prima, in un altro post Brugnaro scriveva: “Un’altra giornata di allerta per Venezia. Il vento di scirocco continua a soffiare. Vi invito a evitare gli spostamenti».

L'area centrale della città è semideserta, allagata per il 70%.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy