Salta al contenuto principale

Si addormenta sul materassino

e «naviga» dalla Calabria alla Sicilia

salvato dalle motovedette

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Si addormenta su un materassino nel mare di Scilla e si ritrova in mezzo allo Stretto di Messina. Un 28enne reggino in spiaggia in Calabria è stato salvato dalla Guardia costiere dopo essere stato trascinato dalla corrente fino a ridosso della Sicilia. Il ragazzo sabato pomeriggio, all’ora del tramonto, si era concesso una pennichella facendosi cullare dalle onde. Le stesse onde che invece lo hanno spinto in mare aperto.

Nel frattempo gli amici, non vedendolo tornare a riva, hanno lanciato l’allarme. Le Capitaneria di porto di Messina, Reggio Calabria e Gioia Tauro hanno inviato quattro mezzi navali.

A pattugliare dall’alto lo specchio di mare un velivolo della Polizia decollato da Reggio Calabria. Una delle motovedette impiegate ha individuato il 28enne disperso a circa 2 miglia dalla costa mentre era ancora sul materassino. Soccorso dopo nove ore in mare, è sbarcato in serata nel porto di Scilla. Affidato alle cure del 118 nelle ore successive ha potuto fare rientro a casa.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy