Salta al contenuto principale

Nel 2018 evasi contributi

per 1,1 miliardi di euro

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 40 secondi

A fine 2018 l’evasione contributiva accertata a seguito dell’attività di Vigilanza ispettiva dell’Inps ammonta a 1.117 milioni di euro.

Il dato è contenuto nel documento che accompagna la relazione programmatica 2020-2022 presentata dal Civ, il Consiglio di indirizzo e vigilanza, presieduto da Guglielmo Loy, dell’Istituto in cui tra gli obiettivi a breve termine si indica quello di «potenziare l’efficacia delle attuali funzioni di vigilanza e dei controlli previsti». E, tra gli obiettivi triennali, anche «la formazione delle necessarie nuove assunzioni».

Sempre per quanto riguarda l’attività di Vigilanza ispettiva dell’Inps, insieme ai contributi evasi accertati, nel 2018 sono state effettuate 17.710 ispezioni e identificate 14.034 aziende irregolari, 5.171 lavoratori in nero e 37.552 lavoratori irregolari.

Viene precisato inoltre che le domande presentate per il Reddito e la Pensione di cittadinanza al 20 giugno sono pari a 1.344.923, di cui accolte 839.794.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy