Salta al contenuto principale

Nasconde 40mila euro nel forno,

la fidanzata cucina e li brucia

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 38 secondi

Quarantamila euro andati letteralmente "in fumo", per colpa della fidanzata distratta che per cuocere lo strudel aveva acceso il forno dove i soldi erano stati nascosti. L'episodio è emerso nel corso del processo a Padova per evasione fiscale nei confronti di Alberto Vazzoler, imprenditore di San Donà di Piave (Venezia) accusato di aver evaso il fisco riciclando all'estero denaro per 40 milioni di euro. Colpevole del rogo involontario la fidanzata e coimputata, Silvia Moro, che in un'intercettazione telefonica con la sorella racconta di non essersi accorta dei contanti al momento di infornare lo strudel. 

A detta della Guardia di Finanza questo comproverebbe il fatto che Vazzoler avesse a disposizione grandi quantità di denaro contante in casa e di volerlo occultare per evitare che venisse scoperto in eventuali 'blitz' investigativi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy