Salta al contenuto principale

Crisi, uscirne con filosofia
Cacciari sul degrado europeo

«Per Cacciari «senza filosofia non si capisce nulla, perdiamo il contatto non col nostro passato che è cosa immobile»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

«La crisi dell’Europa è una crisi culturale in senso antropologico, per questo è così radicale e non si riesce a uscirne e se non la si affronta con gli strumenti filosofici sarà non la fine del mondo, ma certo una catastrofe mondiale, visto che ne rappresenta il centro e la storia» afferma Massimo Cacciari, intervenendo a Carpi al Festival Filosofia con una sua lectio sul tema dell’agonismo.

Per Cacciari «senza filosofia non si capisce nulla, perdiamo il contatto non col nostro passato che è cosa immobile, ma con le nostre radici, che sono cosa viva e la crisi dell’Europa nasce proprio dall’aver perso il contatto con le proprie radici, e quando questo accade ci si perde, si perde l’Europa».

Quindi spiega cosa intende per filosofia, che è appunto agon, nel senso del termine originario greco, ha un carattere agonistico, lo stesso che è parte essenziale del dibattito politico, come di tutte le cerimonie della nostra civiltà.

Naturalmente agonistico non vuol dire scontro, sfida o semplicemente concorrenza come si finisce per intenderlo oggi.

La filosofia è agon perché è alla ricerca del premio più alto che esista: la verità. Quindi vive agonisticamente il rapporto col senso comune, e questo avviene attraverso la lotta col linguaggio, che di base è lo stesso per la filosofia come per il modo di sentire comune.

Una lotta naturalmente non distruttiva, l’agon è il contrario, è un con-correre assieme per creare modifiche dall’interno del linguaggio comune, facendolo crescere e facendo crescere così le capacità del nostro pensiero della nostra comprensione, riuscendo a far dire al linguaggio comune quello che fino a prima non riusciva a dire. Pensiero e linguaggio si incardinano sempre e in questo processo si rilevano anche le differenze.

Per questo solo la filosofia ci fa capire veramente e può aiutarci a salvare l’Europa, tornando a quell’interesse dialettico che c’è stato per esempio dopo la seconda guerra mondiale e che poi si è andato perdendo. E perdendosi questo si perde il nostro destino, ovvero si resta senza destinazione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy