Salta al contenuto principale

Trentino, il covid-19 fa una vittima

Un anziano muore in ospedale

Oggi rilevati altri venti contagi

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

La temuta seconda ondata dell'epidemia fa registrare oggi, purtroppo, il primo decesso anche in Trentino, dopo mesi senza vittime.

Nel bollettino odierno dell'Azienda provinciale serivi sanitiari si dà conto, infatti, del decesso di un anziano residente nell'Alto Garda, già sofferente di altre patologie, una persona di novant'anni ricoverata dieci giorni fa in ospedale con i sintomi del covid-19.

«Il virus - precisa la nota stampa - ha aggravato condizioni di salute già compromesse».

I nuovi contagi rilevati nelle ultime 24 ore, sono venti. Ma questa volta la consueta contrazione del numero dei tamponi processati la domenica è più elevata: sono stati solo 208, dunque quelli risultati psoitivi sfiorano il 10%.

In ospedale al momento si trovano undici malati, nessuno in rianimazione.

Uno di loro è un minorenne e sono una quindicina le classi scolastiche che si trovano attualmente in quarantena.

«Sul versante delle indagini epidemiologiche - scrive la Provincia - oggi si registrano 20 casi positivi in più, di cui 8 sintomatici: fra loro c'è anche un minorenne.

Ci sono ancora collegamenti con i cluster noti, in particolare 2 contagi nella filiera alimentare.

Da rilevare che ieri sono stati fatti 157 tamponi nel solo settore della raccolta frutta, con nessun caso positivo emerso (dall'avvio dello screening in questo ambito i positivi riscontrati finora sono 87). I pazienti che richiedono cure ospedaliere scendono a quota 11. I tamponi analizzati ieri sono stati 208, tutti all'Ospedale Santa Chiara di Trento.

Nel pomeriggio in Provincia, i rappresentanti della giunta hanno convocato la task force per un ulteriore aggiornamento sulle strategie diagnostiche e sulla situazione Covid nelle scuole, dove finora risultano in quarantena una quindicina di classi mentre altre 8 hanno terminato in questi giorni il periodo di isolamento dopo che erano stati individuati casi positivi fra alunni».

Dei nuovi venti positivi, cinque sono a Trento, quattro si trovano nel comune di Cembra-Lisignago, gli altri sono sparsi nel territorio, da Rovereto a Lavis, Mori, Mezzocorona, Giovo, Madruzzo, Segonzano, Livo e Villa lagarina.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy