Salta al contenuto principale

Il condominio Itea di Spini

chiede che venga allontanato

il danneggiatore dei lunotti

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 27 secondi

Arrivano sviluppi sul caso dell’uomo autore di decine di danneggiamenti ai danni delle auto in sosta al parcheggio delle case Itea di via Pont dei Vodi a Spini. All’alba di giovedì, infatti, il soggetto, un anziano residente proprio nelle case popolari, è stato colto in fallo da una lavoratrice addetta alle pulizie dello stabile. In realtà, da diverse testimonianze, emerge come anche giovedì mattina il soggetto sia riuscito nell’intento di rompere l’ennesimo lunotto. Danni su danni che hanno esasperato i residenti, proprietari dei vari veicoli sfondati con le pietre nel corso dell’ultimo anno. L’uomo, sebbene di età piuttosto avanzata, non sarebbe pensionato: pare infatti che dopo i fatti di giovedì mattina si sia recato al lavoro per l’intera giornata sfuggendo quindi almeno per qualche ora alla segnalazione fatta alle forze dell’ordine dai testimoni. Al rientro, nel tardo pomeriggio, un capannello di vicini lo attendeva fuori casa per chiedere spiegazioni. Le forze dell’ordine hanno interrogato l’autore dei folli gesti presso la propria abitazione giovedì in serata, scongiurando situazioni di tensione che avrebbero potuto portare a un linciaggio. Lo stato d’animo dei vicini, d’altro canto, non poteva che essere ai limiti della sopportazione di fronte alle decine di vandalismi seriali perpetrati nei mesi senza che nessuno riuscisse mai a cogliere l’autore in fallo. A nulla erano valse le richieste di maggiori controlli e di telecamere: a fermare l’uomo, alla fine, sono stati due testimoni diretti. La richiesta dei cittadini danneggiati, ora, è di veder allontanata la persona dal condominio Itea. «Ma non basta» sottolinea qualcuno «bisogna venga comminata una pena esemplare a chi si comporta in questo modo. Spostarlo non basta, altrimenti altri potrebbero ritrovarsi nella nostra situazione in futuro».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy