Salta al contenuto principale

Bimba nasce in ambulanza

a Ponte Alto senza medico: 

la piccola aveva tanta fretta

Avventura a lieto fine: mamma e neonata di Piné ora stanno bene

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

Una storia a lieto fine, fortunatamente, ma che ha fatto vivere momenti davvero tesi e delicati a quanti si sono trovati coinvolti. Ma nonostante tutto si sia risolto nel migliore dei modi, è la storia di questo parto in strada in Trentino.

Il tutto è avvenuto nella serata di martedì, verso le 22 e 30: un’ambulanza di Trentino Emergenza di Pergine viene mandata a Baselga di Piné, dove una mamma, incinta di 8 mesi del secondo figlio, è entrata in travaglio. Vista l’urgenza, si è cercato di mandare sul posto anche l’elisoccorso con a bordo l’ostetrica per assistere la partoriente, un prezioso aiuto in questi casi: ma l’elicottero era già impegnato altrove.

Stessa cosa anche per il medico che avrebbe potuto raggiungere il posto con l’automedica. Per di più, a bordo dell’ambulanza da Pergine, c’erano solo i due soccorritori, in quanto l’infermiere di turno in postazione era pure già occupato in un altro intervento.

Una concatenata serie di sfortune ha fatto sì dunque che ad occuparsi della donna fossero i due soccorritori di Trentino Emergenza che non hanno a che fare tutti i giorni con un parto, come le ostetriche, ma che, come hanno dimostrato anche in questo caso, sanno bene come gestire anche questo genere di emergenze.

La mamma è stata dunque caricata in ambulanza ed è iniziato il viaggio verso l’ospedale Santa Chiara: un viaggio difficile, con diverse soste in quanto la nascita sembrava imminente più volte.

Arrivata all’altezza di Ponte Alto però la nascitura, anche se mancava un mese, ha deciso di non aspettare più ed è nata. Un parto non privo di qualche momento di tensione, in quanto il cordone ombelicale della piccola le si era fatto attorno al collo, complicando non poco le operazioni.

L’ostetrica è giunta sul posto quando ormai la piccola era già in braccio alla mamma, prima della ripartenza dell’ambulanza di corsa verso il Santa Chiara.
Mamma e piccola ora stanno bene, ma la serie di eventi sfortunati avrebbe potuto rovinare un evento gioioso e magico come quello della nascita di una nuova vita.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy