Salta al contenuto principale

Covid: diecimila test

a chi lavora nella scuola

solo su base volontaria

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 51 secondi

Diecimila test sierologici per far ripartire in sicurezza la scuola. Saranno eseguiti dal 24 al 31 agosto grazie alla collaborazione con i medici di medicina generale che hanno dato la loro disponibilità ad effettuarli nei loro ambulatori.

«Si prevede la volontarietà - spiega il dirigente Giancarlo Ruscitti - e quindi il personale di ruolo, di scuole ogni ordine e grado, può decidere di sottoporsi al test. Il test sierologico verrà effettuato presso i medici di mecina generale che saranno disponibili ad effettuare il servizio. In caso di positività il medico avviserà l’Azienda e scatterà la procedura che prevede l’esecuzione del tampone».

Sulle esatte categorie alle quali verrà effettuato il test sierologico ancora non c’è certezza.

Nel corso degli incontri si è parlato di personale di ruolo anche delle scuole paritarie e delle professionali. «A noi dovrebbero arrivare poco meno di 10 mila test», conferma Ruscitti.

«Noi siamo favorevoli ad eseguirli - spiega il sindacalista Nicola Paoli della Cisl medici dopo l’incontro - Molti di noi sono in ferie ma altri ci saranno. Li abbiamo già sperimentati in questo ultimo mese e sappiamo come farli. Questi test a saponetta verranno al più presto distribuiti dalla Protezione civile e poi ci dovranno fornire anche i nominativi delle persone che rientrano nelle categorie che possono effettuarlo. È una corsa contro il tempo perché la fine di agosto è presto qui». I medici di medicina generale stanno già utilizzando da settimane i test sierologici che effettuano a pagamento ai pazienti che lo richiedono.

«Dobbiamo ringraziare Sanifonds, il fondo sanitario integrativo trentino, che rimborsa l’80% fino a 40 euro delle fatture dei medici. In più anche la macchina organizzativa è ben oliata. Quando si registrano igm positive viene subito attivato il servizio dell’Azienda sanitaria che si attiva con un punto di raccolta volante per effettuare il tampone - spiega Paoli - I tempi indicati sono da 24 ore a 5 giorni ma in realtà in questo periodo sono molto veloci e si sta nelle 24 ore».

Infine, come esposto dall’assessora Segnana a Cisl medici ed a tutte le altre organizzazioni sindacali della medicina generale alcuni giorni fa, a breve ci sarà l’implementazione del numero 116117 a disposizione dei medici di continuità assistenziale nonché della centrale Covid19 in caso di nuovo Lockdown autunnale.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy