Salta al contenuto principale

Coronavirus: anche oggi

in Trentino altri 4 casi

I ricoverati salgono a 5

I dati aggiornati dei contagi regione per regione. Forte aumento in Veneto

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

Sono quattro anche oggi, come ieri, in Trentino i nuovi positivi al coronavirus rilevati dall'Azienda provinciale per i servizi sanitari. I tamponi analizzati sono stati 1.252.

I ricoveri salgono a cinque, ma nessun paziente si trova in rianimazione. Dei quattro nuovi casi, tre si concentrano nel capoluogo (due sono stati identificati tramite screening, mentre il terzo è stato scoperto perché manifestava sintomi evidenti. Anche il quarto caso, proveniente dal Trentino nord occidentale, è sintomatico). 

Continuano a salire i contagi per coronavirus in Italia, segnando un significativo aumento in un solo giorno. In 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, si sono registrati 552 nuovi casi, 150 in più di del giorno prima, che fanno salire il totale a 249.756. In calo, invece, il numero delle vittime: 3 in un giorno a fronte alle 6 registrate giovedì. Complessivamente, le vittime dall'inizio dell'epidemia sono 35.190.  

Forte aumento in Veneto di nuovi casi in 24 ore, con 183 positivi in più, che portano il totale dall'inizio della pandemia a 20.535.

Schizzano i soggetti posti in isolamento, che sono 5.212, ben 1.141 in più rispetto a govedì, anche se tra questi ultimi diminuiscono i positivi (68, -36).

Il bollettino regionale registra un nuovo decesso (totale 2.078), mentre la situazione clinica resta stabile, con 9 ricoverati nelle terapie intensive, di cui 6 positivi, e 111 (-10) nei reparti non critici, con 31 positivi (-5).

Emiliano,più controlli movida e spiagge libere  - "I controlli ci sono, sono efficaci ma è necessario intensificarli soprattutto su spiagge libere, movida e in tutti quei luoghi dove non c'è controllo specifico e noi non siamo in condizione di sapere se qualcuno ha la febbre, se ha la tosse e non abbiamo un elenco di chi entra e chi esce". Lo ha dichiarato governatore pugliese, Michele Emiliano, a conclusione dell'incontro a Bari con i prefetti pugliesi e le forse dell'ordine per fare il punto sull'andamento dell'emergenza epidemiologica di Coronavirus. "Come Regione - ha continuato - abbiamo messo a disposizione di Comuni e forze dell'ordine tutte le risorse, anche economiche, per sostenerli ed esercitare i controlli". 

Il sindaco di Gallipoli sta pensando di investire i fondi della regione Puglia per rafforzare le verifiche sulle spiagge pubbliche con l'utilizzo della vigilanza privata. "Ancora non lo abbiamo fatto - spiega Stefano Minerva - ma a breve lo faremo. Quando in un paese di 20mila abitanti si riversano 80-100mila turisti non è facile controllare tutto, ci stiamo provando ma non è semplice". Proprio stamattina il presidente della Regione Emiliano si era rivolto a forze dell'ordine e sindaci chiedendo di intensificare le verifiche sul rispetto delle misure anti-Covid su spiagge pubbliche e movida. "Ci stiamo già provando - ribadisce - la polizia locale ogni giorno è impegnata nei controlli nelle aree più a rischio, ma capirà bene che controllare tutto è impossibile".

I dati aggiornati regione per regione


 

Leggi anche:

In Trentino l'indice di contagio torna sopra la soglia d'allarme

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy