Salta al contenuto principale

L'orso M49 in Alta Val dei Mocheni

Il sindaco Moltrer: «Benvenuto,

ma va abbattuto», e fioccano i like

Si sta spostando verso il Manghen. Ecco dov'è sulla mappa del monitoraggio

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 55 secondi

L'orso M49, scappato dal recinto di Casteller, dopo aver abbandonato la Marzola si trova ora sulla catena del Lagorai, e da 24 ore staziona in Alta Val dei Mocheni, fra le cime sopra il lago di Erdemolo e la Valcava (ma a due passi dal versante della Valsugana). Dove si dirigerà non lo sa nessuno: conosce bene la zona per esserci passato durante la prima fuga. Ma di certo non è ben accolto, visto che il primo cittadino di Palù del Fersina, Stefano Moltrer, chiede direttamente che venga abbattuto.

Curiosamente, su Facebook, il sindaco (nel suo «blog personale» però) gli dà prima il benvenuto: «Bider guat kemmen... Bentornato...». Ma poi va giù diretto: «A mio avviso questo esemplare per il suo bene, per un’auspicabile futura convivenza e per noi tutti... VA ABBATTUTO. La parte sociale ambientalista questo dovrebbe capirlo, e in parte lo sa e lo ha capito ma in Italia c’è poco pragmatismo nella risoluzione dei “problemi” e nessuno si prende le dovute responsabilità.

È più facile (e sbagliato dare un nome ed umanizzarli) comparare un animale a qualche personaggio, che in cattività non ne vuole sapere di stare e in natura crea problemi che prendere la decisione di abbatterlo come in tutti i paesi più maturi di noi su questo tema fanno...
L’orso certo fa l’orso, agisce d’istinto, per la sopravvivenza, ha una spiccata memoria e senso dell’orientamento quindi si sa già dove è diretto...
Ogni esemplare però, ha il suo carattere e la sua tempra come ogni essere vivente per le esperienze che ha vissuto Questo esemplare certo non deve avere un buon ricordo di noi per tutto quello che gli abbiamo fatto passare con questa gestione scellerata e lasciata a sé stessa...
Quindi si, questa volta ho timore che se dovessero concatenarsi certe coincidenze di incontro... L’orso non faccia l’orso ma... L’orso ancora più impaurito, incazzato e con memoria che noi umani siamo non solo specie da evitare ma che crea loro gratuita sofferenza...
Ora è tra le montagne in alta quota tra la Valcava e Lago Erdemolo, la situazione è monitorata dal personale forestale, l’ordinanza purtroppo è ancora quella di sola cattura...
Siamo inermi davanti ad ambigue leggi, ambigue direttive, difesa estrema da salotto...» termina Moltrer. E dalla sua parte, sotto il post, ci sono subito oltre 100 «like».

Guarda dove si trovano i due orsi monitoriati M49 e JJ4

Nella parte inquadrata in azzurro si trova M49 secondo il monitoraggio del Servizio fereste e fauna della Provincia. Si starebbe spostando dalla zona della Val Ezze verso il Manghen dopo essere stato sulla Panarotta


L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy