Salta al contenuto principale

Nuovo lutto per i Cappuccini

morto padre Antonino Butterini

quarto frate vittima del virus

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 8 secondi

Nuovo lutto nella comunità dei Padri Cappuccini di Trento, che hanno perso già quattro confratelli in una sola settimana. L'ultimo ad andarsene, la notte scorsa, padre Antonino (Giorgio) Butterini, 79 nanni, figura amatissima e conosciutissima in tutto il Trentino. 'Siamo consapevoli di quanto bene Giorgio ci ha donato in tutti questi anni ma non nascondiamo il dolore per non poter più godere della sua presenza fisica. Tutto quello che Giorgio ci ha consegnato facciamolo fruttare per costruire il bene. Il Cristo Risorto illumini il nostro cammino in questo momento di oscurità'' è l'annuncio ufficiale dei frati.

Padre Butterini era stato una colonna del convento di Piazzo di Segonzano, insieme a padre Fabrizio Forti, e padre Claudio Trenti, dove si era creata una straordinaria esperienza di comunità, che aveva cresciuto tanti ragazzi della valle di Cembra in una prospettiva di condivisione e riflessione spirituale e sociale. Poi il trasferimento a Trento, dove è stato priore dell'abbazia di San Lorenzo, e al convento di Terzolas, dove aveva continuato la sua opera pastorale. Apprezzato predicatore, padre Butterini era un biblista raffinato, uno studioso delle Scritture ma aveva anche un grande carisma e sapeva stare fra la gente, gli umili e gli ultimi.

Per i Cappuccini, una lunga setie di lutti: padre Gianpietro Vignandel "frà Tuck", poi padre Bernardo e padre Feliciano.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy