Salta al contenuto principale

Presa la banda degli albanesi

in un mese in Trentino rubati

soldi e chili di gioielli

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 21 secondi

Almeno venti furti in abitazioni a Trento, Rovereto, Arco e Riva del Garda, e chili di gioielli da rivendere. La banda di ladri albanesi arrestata prima di Natale nel capoluogo, in un mese e mezzo di “lavoro” in Trentino ha compiuto una vera e propria razzìa per un bottino complessivo di almeno 30mila euro.

Grazie all’indagine-lampo degli investigatori della squadra mobile non solo sono stati identificati i responsabili dei furti, ma è stato possibile recuperare un chilo fra collanine, bracciali, anelli e orecchini portati via dalle case svaligiate. I gioielli verranno restituiti ai proprietari non appena arriverà il via libera dell’autorità giudiziaria.

Nel corso del blitz della mattina del 23 dicembre, gli uomini del vicequestore Tommaso Niglio hanno trovato i monili d’oro all’interno dell’appartamento affittato a una donna (al momento estranea ai fatti) in via Missioni Africane, trasformato in base del gruppo.

Tre gli arrestati: due albanesi domiciliati a Milano di 28 e 31 anni, e una loro connazionale di 26 anni domiciliata a Trento. Ampio servizi osul giornale in edicola.

La banda avrebbe agito anche a Bolzano: Sono 57 i furti o tentati furti in appartamento attribuiti ai due cittadini di origine albanese, A.G. di 27 anni e X.A. di 26 anni, residenti nel Veronese, arrestati poco prima di Natale.

Fra novembre e dicembre in provincia di Bolzano giungevano ogni giorno come pendolari dalla provincia di Verona, o da Trento.   I furti sono stati sempre messi a segno nel tardo pomeriggio o alla sera, approfittando della momentanea assenza dei proprietari. I due erano "acrobati" specializzati, scalavano agevolmente grondaie e poggioli, per poi scassinare finestre e porte delle case.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy