Salta al contenuto principale

A22, meno inquinamento

con la riduzione della velocità

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

La seconda fase del progetto europeo «BrennerLec», che è stato avviato da Autostrada del Brennero A22 Spa tre anni fa, ha confermato i benefici ambientali derivanti dalla riduzione dinamica della velocità.

Il risultato è stato presentato durante l’incontro sull’ultimo anno di monitoraggio sui tratti interessati, organizzato dai promotori dell’iniziativa.

Secondo i dati raccolti tra i caselli di Trento Sud e Rovereto Sud e tra quelli di Egna e San Michele all’Adige, la diminuzione della velocità permette di diminuire le concentrazioni di No2 a bordo strada e di ridurre le emissioni di Co2. Inoltre, consente di diminuire i tempi di percorrenza, rendendo il traffico più fluido. Fra Trento e Rovereto sono scesi del 34%.

Il progetto è stato avviato da A22, in collaborazione con le Agenzie per la protezione dell’ambiente di Trento e Bolzano, l’Università di Trento, il Noi Techpark e Cisma Srl.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy