Salta al contenuto principale

Precipita da cima Ziolera

muore Marco Guadagnini

trentino di 69 anni

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 6 secondi

Un escursionista di 69 anni è morto nel primo pomeriggio precipitando per oltre 200 metri in una scarpata, nella zona sotto la cima Ziolera (2.478 metri di quota), una delle più aspre ed affascinanti del Lagorai, fra Telve Valsugana e la Val di Fiemme, sopra il lago delle Buse.

La vittima è Marco Guadagnini (nella foto), escursionista di Trento del 1950, molto conosciuto per la sua carriera come revisore dei conti ed sperto nel settore delle Casse Rurali, e per la sua attività di volontariato come allenatore di calcio delle squadre di "Pulcini" in Rotaliana. L’uomo si trovava poco sotto la vetta in compagnia di altre due persone quando in fase di discesa è scivolato sull’erba finendo duecento metri più a valle. Fatali per lui le ferite riportate nella caduta. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze è arrivata verso le 12.50.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino orientale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero, il quale ha portato sul luogo dell’incidente l’equipe medica e, in una seconda rotazione, due operatori della Stazione Bassa Valsugana. Per l’uomo purtroppo non c’era ormai nulla da fare e il medico non ha potuto fare altro che constatarne il decesso. Una volta ottenuto il nulla osta delle autorità, la salma è stata recuperata e portata alla camera mortuaria di Borgo Valsugana.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy