Salta al contenuto principale

Turista uccisa da una mucca

I giudici: vittima corresponsabile

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 33 secondi

Cinque anni fa una mucca uccise in Tirolo una turista tedesca e la scorsa primavera il contadino fu condannato in primo grado ad un maxi risarcimento di 487 mila euro. Ora però la Corte d’appello di Innsbruck ha ribaltato la sentenza, stabilendo una corresponsabilità della vittima del 50%. Il risarcimento è stato perciò sostanzialmente dimezzato, informa il portale online della Tiroler Tageszeitung.

L’incidente avvenne il 28 luglio 2014 durante un’escursione nella Pinistal. Una turista tedesca 45enne fu calpestata e uccisa da una mucca, mentre con il suo cane stava attraversando un prato. Secondo l’accusa, serviva una recinzione, non erano sufficienti i cartelli che mettevano in guardia dalla presenza sul pascolo di mucche con vitellini.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy