Salta al contenuto principale

Due incidenti e 10 feriti

sulla statale del Brennero

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 13 secondi

Due incidenti nel giro di un paio d'ore, ad appena un centinaio di metri di distanza. Con conseguente sabato pomeriggio nero per la viabilità in Piana Rotaliana.

Un caso più unico che raro: a Nave San Felice, a pochi passi dall'Hotel alla Nave, su un tratto di strada praticamente dritto e con ottima visibilità, due frontali nel giro di poco più di due ore hanno costretto le forze dell'ordine a chiudere la Statale 12 del Brennero deviando il traffico sulla vecchia strada di Nave in mezzo alle case.

E per fortuna che, alla fine, si può tirare un sospiro di sollievo. Perché il doppio frontale di ieri pomeriggio ha costretto dieci persone, cinque nel primo incidente ed altrettanti nel secondo, a ricorrere alle cure del Santa Chiara, ma nessuno di loro è in pericolo di vita.
Sul posto in questo pomeriggio di passione sono intervenuti i carabinieri ed i vigili del fuoco di Lavis, oltre ai soccorritori che, servendosi anche dell'elicottero, hanno portato i feriti nell'ospedale di Trento.

Si diceva sospiro di sollievo, alla fine, perché le conseguenze di due frontali del genere potevano essere decisamente più gravi.

Il primo incidente è avvenuto verso le 15.30, quando due Suv si sono scontrati pochi metri dopo lo svincolo che conduce, anche, verso il Maso Rover. Ancora da accertare le cause di questo scontro, terminato con cinque persone costrette a ricorrere alle cure dei sanitari ma senza particolari complicazioni. Inevitabile la chiusura della strada con conseguente deviazione del traffico: il tempo di rimuovere le due automobili e ripulire tutta la zona che di nuovo verso le 17.45 Trentino emergenza, vigili del fuoco e carabinieri devono tornare sul posto. La Panda di un ragazzo trentino, infatti, per cause che sono ancora al vaglio delle forze dell'ordine, procedendo verso nord ha invaso la corsia opposta centrando in pieno una macchina di turisti polacchi. Forse, ma il condizionale è d'obbligo, l'auto ha perso aderenza sull'asfalto passando su qualche residuo del primo incidente,invadendo così l'altra corsia proprio mentre sopraggiungeva la vettura dei turisti polacchi.

Anche in questo caso cinque persone hanno dovuto ricorrere alle cure dei sanitari. Il più grave un giovane polacco, con il quale i soccorritori hanno potuto relazionarsi in inglese: è stato trasportato con l'elicottero al Santa Chiara dopo essere stato portato via immobilizzato in barella dal luogo dell'incidente. Anche in questo caso, per fortuna, nessuno dei feriti è in pericolo di vita. Inevitabili i rallentamenti al traffico, ma la strada interna di Nave ha evitato fortunatamente un blocco praticamente per tutto il pomeriggio della circolazione su una arteria così importante per la viabilità trentina. Per due incidenti nel giro di una manciata d'ore praticamente nello stesso punto, una cosa più unica che rara.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy