Salta al contenuto principale

Novità sui trasporti pubblici

le biciclette pieghevoli

viaggeranno gratis (se chiuse)

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Trasporti pubblici, accordo con l’Università di Trento per gli studenti e novità per le biciclette pieghevoli. Sarà d’ora in poi gratuito il trasporto delle bici pieghevoli, purché siano piegate, sui mezzi pubblici, treni e autobus del servizio extraurbano con bagagliera, con origine e destinazione nella provincia di Trento.

La novità, che recepisce quanto richiesto dalla Federazione italiana della bicicletta, è contenuta nel provvedimento con cui la Giunta provinciale, su proposta del presidente Fugatti, è intervenuta oggi integrando il sistema tariffario dei trasporti della Provincia. Una convenzione Con l’Università di Trento confermerà invece il sistema in vigore per gli studenti universitari.

La Giunta ha preso infatti la decisione di rinnovare, con una convenzione che sarà firmata a breve, la convenzione con l’Università di Trento attualmente in vigore. Come già avviene, gli studenti continueranno a pagare 50 euro all’anno per muoversi sui mezzi pubblici provinciali. Faranno come sempre il versamento all’Ateneo. Il resto del costo da versare a Trentino Trasporti, per un totale di 1,8 milioni all’anno, mentre fin’ora era di 1,6 milioni - sarà a carico dell’Università.

Questo sistema ha già portato gli abbonati universitari da 7000 a 10.500, metà dei quali caricano l’abbonamento su smartphone mediante la App “Open Move”, che continuerà ad essere utilizzabile.

Il provvedimento adottato oggi conferma poi le giornate di libera circolazione nel territorio dell’Euregio, secondo il seguente calendario: il 21 settembre 2019 e il 12 ottobre 2019.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy