Salta al contenuto principale

Ondate di calore in arrivo

Azienda Sanitaria e sindacati

in aiuto degli operai del porfido

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

In vista delle alte temperature previste per i prossimi giorni, l’Unità operativa di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari (Apss) di Trento e la Federazione lavoratori delle costruzioni Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil si sono incontrate con l’obiettivo di impegnarsi nella prevenzione del rischio da caldo nei settori edile ed estrattivo, in considerazione delle ormai frequenti ondate di calore che coinvolgono, in particolare, i lavoratori che operano all’aperto.
Secondo l’Azienda sanitaria, serve sempre una maggiore attenzione ai rischi per la salute dei lavoratori dei settori edile ed estrattivo (cave di porfido e altri materiali), maggiormente esposti alle alte temperature.

Per questo all’incontro hanno partecipato anche le rappresentanze dei datori di lavoro (Associazione degli industriali-sezione porfido, Associazione trentina dell’Edilizia-Ance Trento e Associazione artigiani categoria edilizia) e il Servizio minerario della Provincia autonoma di Trento.

Dall’incontro è emerso l’impegno a mantenere alta l’attenzione sul tema, anche attraverso ulteriori iniziative di controllo, coinvolgendo altri soggetti e altri settori lavorativi a rischio.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy