Salta al contenuto principale

Salvataggio sul Gasherbrum:

recuperato dall'elicottero

l'italiano ferito con gli sci

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

E' stato recuperato all'alba da un elicottero messo a disposizione dalle Autorità pachistane Francesco Cassardo, l'alpinista torinese rimasto ferito mentre scendeva il Gasherbrum VII. Sarà portato a Skardu. A darne notizia il compagno di cordata Cala Cimenti che si è occupato delle prime operazioni di soccorso. I due erano stati raggiunti a piedi da altri due loro colleghi partiti dal campo base, che hanno poi portato il ferito più a valle. Ora i 3 ridiscenderanno a piedi.

Dopo l'incidente Francesco Cassardo era stato portato più a valle. I soccorritori, dopo avere raggiunto a piedi il punto in cui si trovava insieme a Cala Cimenti, che aveva trascorso la nottata con lui, hanno improvvisato una slitta per il trasporto. Il gruppo ha poi raggiunto il luogo in cui Cimenti aveva lasciato la tenda prima di affrontare il Gasherbrum VII. 

"Don, Janusz e Jaroslaw hanno fatto un miracolo". E' il messaggio attribuito al russo Denis Urubko, uno dei soccorritori dell'alpinista torinese Francesco Cassardo rimasto ferito in Pakistan. I nomi sono quelli dei colleghi (un canadese e due polacchi) che, con lui, sono saliti a recuperarlo sul fianco del Gasherbrum VII. "Lo abbiamo portato - è il testo - dai 6.200 fino al Campo Uno. Aspettiamo l'elicottero domattina".

LEGGI ANCHE: La cronaca dell'incidente di sabato

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy