Salta al contenuto principale

La barca Alex sequestrata

I 46 migranti a terra

Indagato l'equipaggio

 

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

I 46 migranti sbarcano a terra dalla Alex attraccata ieri a Lampedusa per effetto del sequestro penale disposto di iniziativa dalla Guardia di Finanza.

Lo fa sapere il Viminale, aggiungendo che l'equipaggio è indagato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

La Alan Kurdi ha cambiato rotta verso Malta, lasciando le acque al largo di Lampedusa. "Non possiamo aspettare finche' lo stato di emergenza non prevale", fa sapere la ong Sea Eye.

"Ora - aggiunge Sea Eye - Sì deve dimostrare se gli altri governi europei appoggiano l'atteggiamento dell'Italia "

Un esposto alla Procura di Agrigento sulle procedure che sono state seguite nei confronti della Alex, l'imbarcazione alla quale era stato intimato dalle autorità italiane di recarsi a Malta come "porto sicuro", è stato presentato dai legali di Mediterranea Human Savings prima ancora dell'approdo a Lampedusa. Lo ha detto all'ANSA il capo missione Erasmo Palazzotto, parlamentare di Leu.

"Ancora non ci è stato notificato nulla. Siamo assolutamente sereni perchè convinti di avere operato correttamente e perchè abbiamo già presentato un esposto alla magistratura. Diciamo che questa volta siamo arrivati prima della Guardia di Finanza". Così il capo missione di Mediterranea Erasmo Palazzotto, commenta la decisione del Viminale di fare sbarcare tutti i migranti a bordo della Alex, sequestrare l'imbarcazione e indagare tutto l'equipaggio per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Ieri quando la Alex era attraccata, dal molo qualcuno ha applaudito, altre persone hanno gridato “bravi, bravi”.

Il ministro Matteo Salvini aveva negato l'autorizzazione allo sbarco e ha anche annunciato di voler modificare il decreto sicurezza bis per «aumentare le multe fino al milione di euro e rendere più semplici sequestri dei mezzi».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy