Salta al contenuto principale

Prostituzione cinese, retata

a Trento e Mezzolombardo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

Cinquanta carabinieri del Comando provinciale di Trento, supportati da quelli di Imperia e Milano, stanno dando esecuzione a una ordinanza di custodia cautelare disposta dal Gip del tribunale di Trento a carico di sei persone ritenute responsabili a vario titolo di favoreggiamento della prostituzione.


L’inchiesta, avviata alla fine del 2018 dalla Compagnia Carabinieri di Trento, grazie all’attività informativa della Stazione di Mezzolombardo, ha permesso di evidenziare un giro di prostituzione cinese che avveniva all’interno di due abitazioni private di Trento e Mezzolombardo.


Dalle indagini sono emerse gli elementi che hanno portato alla contestazione del favoreggiamento alla prostituzione nei confronti di sei persone residenti in Trentino, Lombardia e Liguria.

I dettagli delle attività saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa questa mattina al Comando Provinciale di Trento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy