Salta al contenuto principale

I Ciusi conquistano la polenta

Gobj battuti nell'assalto finale

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

La polenta è dei Ciusi feltrini. A nulla è valso il dominio in tutta la prima parte della disfida da parte dei Gobj che hanno resistito alla fine solo 15 secondi all’assalto finale degli avversari. È la tredicesima vittoria dei giallorossi che si avvicinano al record dei trentini, con 18 vittorie.

La disfida ha cominciato a chiamare spettatori già dalle 19:30, con le prime code fuori dalla struttura di Piazza Fiera. Il settore Blu è andato esaurito già attorno alle ore 20, mentre per coloro che hanno aspettato fuori c’è stato modo di assistere alla sfilata di colori e vestiti storici per le vie del centro, tra tamburini e cornamuse. Una passerella che è stata poi riproposta nella piazza della disfida, circa una mezz’oretta prima dell’inizio ufficiale della contesa.

GUARDA LE IMMAGINI

Le tribune sono andate via via riempiendosi, mentre la kiss cam inquadrava le coppie sedute sui gradoni posti al centro di Piazza Fiera. A pochi passi dal palco, poco prima dell’inizio, è stato chiamato anche il sindaco di Trento Alessandro Andretta, al quale sono state recitate delle poesie tra il divertimento del pubblico e le risate dello stesso Primo cittadino. Ad animare la piazza ci hanno pensato poi i palloncini colorati dei Ciusi (in giallo e rosso) e dei Gobj (in grigio e nero), con questi ultimi più acclamati in quanto “padroni di casa” e vincitrici della scorsa edizione.

L’entrata trionfale dei Gobj è avvenuta alle 20:45, con il consueto giro sotto le gradinate a raccogliere gli applausi del pubblico di casa. Le bandiere sventolanti grigio-nere hanno fatto da sfondo ai cori di incitamento della squadra, mentre le “strozzere”  si sono subito dirette al paiolo. Pochi minuti dopo, cinque bambini in compagnia del sindaco Andreatta hanno acceso il fuoco sul quale successivamente è stata cucinata la polenta, in attesa dell’arrivo dei Ciusi. Questi ultimi sono arrivati in pompa magna dalla porta principale, prima di schierarsi per cominciare le tradizionali prove: dal tiro alla fune alla corsa coi sacchi, in un clima di assoluta competizione perché, bisogna ricordarlo, ad ogni sfida vinta corrispondono secondi guadagnati per l’assalto finale alla polenta. Il supporto del pubblico non è mancato nel corso di tutta la serata, con i tantissimi spettatori che si sono fatti sentire per tutta la durata della competizione.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy