Salta al contenuto principale

Otto politici in lizza per la tonca

Si salva in extremis la Segnana

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
7 minuti 29 secondi

Un grande successo. La nuova giudice, una scatenata Loredana Cont, coadiuvata dall’avvocato della difesa Doria Mariotti e dal pubblico ministero Giovanna Tomasi, ha fatto ridere per due ore tutta piazza Fiera grazie al Tribunale di Penitenza. Un viaggio in un anno di notizie, di frasi, di gaffe, di annunci e promesse, con una lunga serie di personaggi politici designati per la tonca. La Cont ha esordito spiegando di essere «una giudice supremo, unico, assoluto e vagamente imparziale e baserò il mio insindacabile giudizio riferendomi esclusivamente a notizie inconfutabili, apparse sui giornali locali: carta canta Villazzan dorme. E dorme anca el Bondon per la verità».

Poi la lista dei “toncabili”: «E veniamo ai nominativi dei papabili, ovvero i candidati a vincere la tonca, perché quest’anno la tonca si vince, perché bisogna meritarsela. Sono: Mirko Bisesti, Alessandro Andreatta, Andrea Maschio e Vittorio Bridi, Roberto Stanchina, Roberto Failoni, Walter Kaswalder. Invece non toncheremo l’assessora Stefania Segnana perché come donna me rifiuto de toncar na donna. Ma all’assessora voria dighe do parole. Stefania, ultimamente lezo che te fai tagli alla sanità de qua, tagli ala sanità de là, tagli agli aiuti, agli affitti. E alora, se te pias taiar fa en bel corso de taglio e cucito alle Canossiane che lì te podi taiar come te voi. E dopo n’altra roba: te prego de averghe n’ocio de riguardo per tutte quelle famiglie che gà en disabile en casa, per tutte quelle mamme, quelle donne che se annulla per vivere in fuzione de sti fioi sfortunai».

Alla fine è stato dato l’appuntamento a domenica sulle roste dell’Adige, dove dal ponte di S.Lorenzo verranno lette le motivazioni e verrà emessa la sentenza.

LA BEPINA DE SAN VENCESLAO

Una novità assoluta, un nuovo premio, perché «a Trento no ghè sol le robe fate mal, ghè anca le robe fate bem. Ghè persone che merita de esser ringraziate per come le s’ha comportae e per come le continua a comportarse, che enveze de na tonca le merita n’applauso. Per la Bepina di San Venceslao le nomination sono: il Punto d’incontro, quello di don Dante, che da anni si occupa e bene, di emarginati, gente con alle spalle povertà, alcolismo, droga.. ma oggi soprattutto senzatetto, migranti, porta avanti questa funzione di accoglienza e solidarietà verso gli ultimi. Poi il maestro Alessio Zeni che ha fatto quella bellissima canzone “L’Altalena” cantata dai bambini delle elementari, anche davanti al presidente Mattarella, che ha fatto storcere il naso a qualcuno perchè parla di integrazione. Poi ho individuato una signora che non conosco personalmente ma leggo le sue lettere al giornale: si chiama Armanda Ravagni e ogni tanto scrive per portare all’attenzione cose belle, una mostra, uno spettacolo, una riunione.. spicca tra tante lettere di protesta la sua visione positiva, e abbiamo bisogno di queste persone». Il trofeo datto da Danilo Petri verrà assegnato al vincitore in occasione della Tonca.

LA TONCA PORTA BENE

Giudice: Avè vist cossa è succes l’anno scorso? No è stà toncà nissuni dei nostri politici, nessuno dei parlamentari trentini e nessuno è stato rieletto!

Accusa: Ecco spiegato perché Dellai, Panizza, Tonini, Nicoletti, pace all’anima loro, i ha fat na ingloriosa fine!!!
Giudice: Ve diga na roba colleghe? Voi no savè le pressioni che gò avù per sta tonca. Tutti che i vol esser toncai! Ghè el Luca Zeni che l’insiste, dai toncheme, giusto en colpet su e zo. Ma varda Zeni che forse te l’hai endovinada a serar i punti nascita sat? Se te pensi che dopo che i ha riaperto a Cavalese ghè stà 43 parti in 3 mesi. Te rendet conto che laoro per medici infermieri ostetriche e anestesisti che i è lì che i fa la danza della pioggia perchè se rota le acque?

Difesa: Ha telefonà anca la Mara Dalzocchio?
Giudice: Nò, la ha fat telefonar da so sorela... E digo l’ultima: me telefona de continuo anca el Presidente Maurizio Fugatti. A tute le ore. Te prego toncheme.

MIRKO BISESTI

Accusa: Voglio puntare il dito contro l’assessore provinciale Mirko Bisesti.
Giudice: Ma se rendela conto che a nominar el boceta interviene il telefono azzurro? O capita chi so mama, che sò che ogni trimestre la va regolarmente a udienza dal Fugatti? E cossa averesselo fat de grave?
Accusa: L’è assessore alla cultura e istruzione, e appena eletto, ha pubblicato sui social testuale frase:”Ho appena fatto visita al Dipartimento della Conoscienza” Avè capì? N’assessore all’istruzione, che scrive conoscenza co la i
Giudice: Colpa del T9.
Difesa: Bisesti è un giovane preparato e preciso, che mette sempre i puntini sulle i. E se le i ahimè no le ghè?  Alora el ghe le ficca dentro elo!
Giudice: La senta, il suo cliente, ass. Bisesti, come dire, l’è pericoloso za nel nome. Sa come dicevano i latini? Omen nomen. Sto qua el se ciama Bisesti... Sala come se dis da noi? An bisest an funest!

ALESSANDRO ANDREATTA

Accusa: Mi diria de ciapar el sac en zima. E chiamo sul banco degli imputati il Sindaco Alessandro Andreatta.
Giudice: Ma l’è come sbarar sula croce rossa! E po’ en tutti sti anni de sindacamento l’è stà toncà talmente tante volte che el gà ancora da sugarse da l’ultima volta! El savè che da anni la sposa la lo obliga a dormir sul stenditoio? El sgozzola!
Difesa: Cara collega dell’accusa, lei vorrebbe proporre per la tonca Andreatta, il sindaco che tutti ci invidiano, il sindaco in odore di santità?
Accusa: lo spaccio di stupefacenti l’è sotto i oci de tutti, ci sono zone della città che di sera non sono sicure...e lù cossa falo? El fa serar qualche bar del centro storico, di una città universitaria, alle 22.30. El fa el divieto de bever alcol en strada!
Giudice: Ghè 17.000 studenti su 100.000 abitanti, praticamente 1 abitante su 5 è studente e cossa ghè per lori? Ghè ben poc. 4 bar, da serar bonora...

ANDREA MASCHIO E VITTORIO BRIDI

Accusa: Il Consiglio Comunale di Trento ha impegnato, a larga maggioranza, il sindaco Andreatta, a sollecitare il governo nazionale affinchè abolisca la legge Merlin!
Giudice: Cossì finalmente se poderà dir che la provincia la ha fat na legge che l’è na puttanada.
Accusa: I ha anca stabilì ndove far el bordel. Sorgerà nell’abbandonato Hotel Panorama sul Bondon.
Giudice: E sicome da temp i parla tant anca de far la funivia, simbolo de mobilità green, i fa anca quela e i ghe porta su anca i clienti. Magari i ghe fa anca el giornaliero come coi sciadori.
Difesa: Durante el dì la va su e zo con quei che va a far na sciada, e la sera la va su e zo con quei che va a far na...

ROBERTO STANCHINA

Accusa: Sul banco degli imputati l’assessore comunale Roberto Stanchina, assessore a de tutt, statistica, promozione industriale, marketing urbano, agricoltura, artigianato, commercio e turismo, rapporti co la santa sede, e delega alle feste vigiliane a sua insaputa     
Giudice: Ma dai, che el Stanchina se sà che el le sbara grosse, ma no ‘l se acorze gnanca, come uno che parla nel sonno.

MAURIZIO FUGATTI

Accusa: Chiamo sul banco degli imputati il presidente della provincia Maurizio Fugatti
Difesa: L’ha istituito el servizio gratuito su bus e treni per quei over 70. Ve par poc?
Giudice: Adess i nonnetti, co la scusa che i viaza gratis, i monta sull’autobus la matina e no i desmonta pu. Te toca nar a ritirar el nonno a mezzanot dopo l’ultima corsa al deposito dei autobus dela Trentino Trasporti.

ROBERTO FAILONI

Accusa: El Failoni che el gà avù la pensata di prevedere la riapertura delle strade dolomitiche. E poi i concerti in alta quota
Difesa: I suoni delle Dolomiti i ghè da anni
Accusa: No me riferisso a quei concerti con do violini e ‘n pianoforte che i li feva ale zinque de matina, co la zent la arivava su en pigiama ancora ndromenzàda e la continuava a dormir! Ma  quei de musica rock, pop, sciok,  ensoma quela musica che spaca i timpani.
Giudice: Ma ocor nar lassù a far concerti rumorosi che i spaventa le bestie, i le confonde? Vardè che i ha vist fagiani far el ballo del qua qua, caprioli cantar cervo a primavera e i ha vist biserdole cantar il cobra non è un serpente.

WALTER KASWALDER

Difesa: Uno che fa politica dalla notte dei tempi, l’è stà sindaco, l’è stà nel Patt quasi 40 anni, segretario e Presidente, fin che no i l’ha encantonà, ma lui caparbio ha resistito.
Accusa: Dopo l’elezione l’ha fat en pressing ossessivo sul presidente Fugatti per averghe anca lù la so caregota!Trovo che non sia stato un bel gesto quello di licenziare su due piedi il suo segretario Walter Pruner, reo di aver partecipato al congresso del Patt.
Giudice: Mi credo che el l’avessa licenzià perché do Walter nel stess ufficio no va bem. Crea confusion. Quando i ciama “Walter!!” i se gira en doi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy