Salta al contenuto principale

Bulli, vandalismi, spaccio di droga

Guardie giurate anche sulle corriere

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

Dopo l’ingresso delle guardie giurate sui treni delle ferrovie della Valsugana e Trento-Malè, il servizio di vigilanza privato viene esteso anche ai mezzi extraurbani che da Trento effettuano il collegamento con Rovereto, Riva del Garda, Tione e Madonna di Campiglio.

Da una ventina di giorni, Trentino trasporti Spa, in accordo con l’amministrazione provinciale, ha attivato un servizio di controllo straordinario sugli autobus considerati maggiormente a rischio sicurezza, nel tentativo di congiurare episodi di degrado o spaccio di sostanze stupefacenti.

Le guardie giurate in servizio sono attualmente quattro, che si aggiungono alle sei presenti sui treni della provincia di Trento. «A seguito delle segnalazioni di consumo di droga sugli autobus extraurbani pervenute da alcuni studenti pendolari, ci siamo attivati immediatamente per garantire la sicurezza su tutti i mezzi di trasporto pubblico del territorio provinciale.

Siamo convinti di essere sulla strada giusta per evitare che i nostri giovani entrino in contatto con sostanze stupefacenti anche in via incidentale», ha sottolineato il presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy